Home MALIPIEROCONCERTI

Menù Malipiero

Chi è online

 11 visitatori online

" La passione per la Musica è già da sola una confessione.

Sappiamo di più su uno sconosciuto appassionato di Musica

che su qualcuno che alla Musica è insensibile e che incontriamo ogni giorno."

Emil Cioran

(Rășinari, 8 aprile 1911 – Parigi, 20 giugno 1995)

filosofo, saggista, aforista rumeno tra i più influenti del XX secolo

 

copertina 2017

Presidente Miro Cremasco

Direttore Generale Patrizia Pedron

Direttore Artistico Valter Favero


Assessorati alla Cultura dei Comuni di:

Asolo, Altivole, Castelcucco,  Cavaso del Tomba,

Fonte, Pederobba, Centro Infanzia “Maria Bambina” di Fonte Alto,

Parrocchie di Asolo, Castelcucco e Fonte Alto.

 


logo fb 1

 

FONTE ALTO - CHIESA DI S. PIETRO

Sabato 22 aprile, ore 21

imgbib_2

ASOLO CHAMBER ORCHESTRA

Direttore e clavicembalista Valter Favero

Programma:

A. VIVALDI (1678-1741)

Concerto in La min. per 2 violini, archi e basso continuo RV 522

Solisti: GLAUCO BERTAGNIN - CARLO LAZARI

A. VIVALDI (1678-1741)

Concerto in Sol min. per 2 violoncelli, archi e basso continuo RV 531

Solisti: GIUSEPPE BARUTTI - FRANCESCO FERRARINI

A. VIVALDI (1678-1741)

Concerto in Re min. per 2 violini, violoncello, archi e basso continuo

Op. 3 No. 11 RV 565

Solisti:

FRANCESCO COMISSO, violino - ENZO LIGRESTI, violino

GIUSEPPE BARUTTI, violoncello

A. DVORAK (1841-1904)

Serenata per archi in Mi magg. Op. 22

INGRESSO RESPONSABILE


CASTELCUCCO – CHIESETTA S. LUCIA

Sabato 29 aprile, ore 21

 

immagine


DUO BECHSTEIN

LAURA BELTRAMETTI - ENNIO POGGI, pianoforte a quattro mani

Programma:

W. A. MOZART (1756-1791)

Sonata in Re magg. K. 381

Die Zauberflöte K. 620,  Overture*

F. MENDELSSOHN - BARTHOLDY (1809-1847)

Le Ebridi, Ouverture Op. 26 No. 1*

M. RAVEL (1875-1937)

Ma Mère l'Oye - Suite per pianoforte a quattro mani

F. LISZT (1811-1886)

Rapsodia Ungherese No. 2

*Versione a quattro mani originale dell'autore.

INGRESSO RESPONSABILE


CASTELCUCCO – CHIESETTA S. LUCIA

Sabato 06 maggio, ore 21

fabio merliniimg_3134

DUO

FABIO MERLINI, viola – VALTER FAVERO, pianoforte

Programma:

J. S. BACH (1685-1750)

Sonata in Sol min. BWV 1029

F. SCHUBERT (1797-1828)

Sonata in La min. D 821 “Arpeggione”

A. ROLLA (1757-1841)

Divertimento

C. M. WEBER (1786 -1826)

Andante e Rondo Ungherese Op. 35

INGRESSO RESPONSABILE


CASTELCUCCO – CHIESETTA DI S. LUCIA

Sabato 13 maggio, ore 21

glauco 2valter solista

DUO

GLAUCO BERTAGNIN, violino - VALTER FAVERO, pianoforte

Programma:

L. VAN BEETHOVEN (1770-1827)

Sonata in Fa magg. No. 5 Op. 24 “Primavera”

G. FAURE’ (1845-1924)

Sonata in La magg. Op. 13

INGRESSO RESPONSABILE


CAVASO DEL TOMBA – MUNICIPIO

Sabato 20 maggio, ore 21

img_3722

ENSEMBLE DELL’ASOLO CHAMBER ORCHESTRA

Direttore  VALTER FAVERO

GLAUCO BERTAGNIN, violino

ENZO LIGRESTI, violino

SEBASTIANO MARIA VIANELLO MIRABELLO, violino

SILVESTRO FAVERO, viola

FRANCESCO FERRARINI, violoncello

PATRIZIA PEDRON, contrabbasso

LORETTA FAVERO, clavicembalo e pianoforte

Programma:

J. C. BACH (1685-1750)

Concerto in Do min. per viola, archi e basso continuo

Solista: SILVESTRO FAVERO, viola

W. A. MOZART (1756-1791)

Concerto per clarinetto in La magg. KV 622

Solista: ENRICO MARIA BASSAN, clarinetto

P. I. CAJKOVSKIJ (1840-1893)

Andante cantabile per violoncello e orchestra d’archi

Solista: FRANCESCO FERRARINI, violoncello

G. F. HAENDEL (1685-1759)

Passacaglia per violino, viola, archi e basso continuo

Solisti: GLAUCO BERTAGNIN, violino - SILVESTRO FAVERO, viola

INGRESSO LIBERO


PEDEROBBA – SALA CONSILIARE (MUNICIPIO)

Sabato 27 maggio, ore 21

lhsnqbyh

ALESSANDRA TAGLIERI – ROBERTO GENITONI, duo pianistico a quattro mani

Programma:

F. MENDELSSOHN - BARTHOLDY (1809-1847)

Le Ebridi ( La grotta di Fingal ) Ouverture  Op. 26

N. RUBINSTEIN (1835-1881)

Tarantella

G. FAURÉ (1845-1924)

Pavane

G. MARTUCCI (1856-1909) Fantasia sull’ opera di G. Verdi “ Un ballo in maschera”         

A. BORODIN  (1834-1887)

Nelle Steppe dell’Asia Centrale

A. DVOŘÁK (1841-1904)

Due Leggende Op. 59

No. 1  in Re min.

No. 6  in Do# min.

G. GERSHWIN (1898-1937)

Rapsodia in Blu

INGRESSO LIBERO


ASOLO – CATTEDRALE

Venerdì  2 giugno, ore 21

orchestra 2 giugno

de lorenzo

rossana calvi

vianello

francesco comisso

 

ASOLO CHAMBER ORCHESTRA

Direttore GIANCARLO DE LORENZO

Programma:

D. CIMAROSA (1749-1801)

Concerto per oboe in Do magg.

Solista: ROSSANA CALVI, primo oboe dell' Orchestra La Fenice di Venezia

J. S. BACH (1685-1750)

Concerto per oboe e violino in Re min. BWV 1060

Solisti: ROSSANA CALVI, oboe – FRANCESCO COMISSO, violino

A. VIVALDI (1678-1741)

Da “Il cimento dell'armonia e dell'inventione”:

Le quattro stagioni  per violino, archi & basso continuo

Concerto in Mi magg. 'Primavera', Op. 8 No. 1, RV 269

Concerto in Sol min. 'Estate', Op. 8 No. 2, RV 315

Concerto in Fa magg. 'Autunno', Op. 8 No. 3, RV 293

Concerto in Fa min. 'Inverno', Op. 8 No. 4, RV 297

Solista: SEBASTIANO MARIA VIANELLO MIRABELLO, violino

INGRESSO RESPONSABILE


CAVASO DEL TOMBA – MUNICIPIO

Sabato 03 giugno, ore 21

image

SANDRA LANDINI e MICHELE PENTRELLA duo pianistico a quattro mani

Programma:

A. DVORAK (1841-1904)

Danze Slave Op. 46

-   n. 7 Allegro assai

-   n. 8 Presto

Danze Slave Op. 72

-  n. 2 Allegretto grazioso

F. BUSONI (1866-1924)

Finnlandische Volksweisen Op. 27

-  n. 1 Andante molto espressivo

-  n. 2 Andantino

E. GRIEG (1843-1907)

Peter Gynt Suite No.1 Op. 46

- Morning Mood

- Death of Ase

- Anitra’s Dance

- In the Hall of the Mountain King

G. ROSSINI (1792-1868)

Overture (Il Barbiere di Siviglia)

Overture (La gazza ladra)

INGRESSO LIBERO


ALTIVOLE – AUDITORIUM COMUNALE

Sabato 10 giugno, ore 21

 

trio opera immagini

 

OPERA TANGO

MATTEO MIGNOLLI, flauto

MIRKO SATTO, fisarmonica-bandoneon

MADDALENA MURARI, pianoforte

Programma:

N. ROTA (1911-1979)

A Nino Rota Medley (arr. J. Grigg)

La Dolce Vita, Amarcord,

La strada, Il Padrino, 8 ½

A. L. WEBBER (1948)

Phantom of The Opera (arr. J. Grigg)

Phantom of the Opera, Think of me,

All I ask of you, Music of the Night

C. GARDEL (1890-1935)

Por Una Cabeza

S. COSENTINO (1935)

El Nuevo Tango

L. BERNSTEIN (1918-1990)

West Side Story

Tonight, Cha Cha, Maria

H. MANCINI (1924-1994)

A Mancini Medley

Baby Elephant Walk La Pantera Rosa,

Meglio Stasera

A. PIAZZOLLA (1921-1992)

Milonga de la Anunciacion

E. ROVIRA (1925-1980)

A Evaristo Carriego (arr. J. Grigg)

J. D’ARIENZO (1900-1976)

Este es el Rey (arr. J. Grigg)

P. LAURENZ (1902-1972)

Milonga des mis Amores

A. PIAZZOLLA (1921-1992)

Libertango

INGRESSO LIBERO


PEDEROBBA (COVOLO) – VILLA BELLATI

Giovedì 15 giugno, ore 21

castelcucco

ENSEMBLE DELL’ASOLO CHAMBER ORCHESTRA

Direttore e clavicembalista VALTER FAVERO

CARLO LAZARI, violino

FRANCESCO COMISSO, violino

ENZO LIGRESTI, violino

SILVESTRO FAVERO, viola

GIUSEPPE BARUTTI, violoncello

PATRIZIA PEDRON, contrabbasso

Programma:

A. VIVALDI (1678-1741)

Concerto RV 419 in La min. per violoncello, archi e basso continuo

Solista: GIUSEPPE BARUTTI, violoncello

G. P. TELEMANN (1681-1767)

Concerto in Sol magg. per viola, archi & basso continuo

Solista: SILVESTRO FAVERO, viola

G. TARTINI (1692-1770)

Concerto in do magg. D 2 per violino, archi e basso continuo

Solista: CARLO LAZARI, violino

N. CASTELNUOVO TEDESCO (1895-1968)

Figaro Fantasy (Variazioni da: “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini)

Solista: ENZO LIGRESTI, violino

P. DE SARASATE (1844 -1908)

Introduzione e Tarantella Op. 43 per violino e archi

Solista: FRANCESCO COMISSO, violino

INGRESSO LIBERO


ASOLO – PALAZZO BELTRAMINI (MUNICIPIO)

Sabato 17 giugno, ore 21

img_3094 fb

AKEDON QUINTETT

ENZO LIGRESTI, violino

FRANCESCO COMISSO, violino

SILVESTRO FAVERO, viola

GIUSEPPE BARUTTI, violoncello

VALTER FAVERO, pianoforte

Programma:

F. SCHUBERT (1797-1828) Quartetto per archi No. 14 in Re min., D. 810

"Ver Tod und das Mädchen" (La morte e la fanciulla)

A. DVORAK (1841-1904)

Quintetto per pianoforte No. 2 in La magg., Op. 81

INGRESSO RESPONSABILE


ASOLO – PALAZZO BELTRAMINI (MUNICIPIO)

Sabato 24 giugno, ore 21

foto ivobruni bn2

IVO CREPALDI, violino – EDOARDO BRUNI, pianoforte

Programma:

W. A. MOZART (1756-1791)

Sonata per violino e pianoforte in Do magg. KV 296

E. BRUNI (1975)

Tre danze ungheresi (1995)

J. BRAHMS (1833-1897)

Sonata No. 3 per violino e pianoforte in Re min. Op. 108

E. BRUNI (1975)

Tema e trasmutazioni modali (2014)

INGRESSO RESPONSABILE


ASOLO – PALAZZO BELTRAMINI (MUNICIPIO)

Sabato 01 luglio, ore 21

trio cardinale campi magnasco

MAGNASCO TRIO

GIANLUCA CAMPI, fisarmonica

ANDREA CARDINALE, violino

ALESSANDRO MAGNASCO, pianoforte

Programma:

“Tango e Tango Nuevo”

A. PIAZZOLLA (1921-1992)

Milonga in Re magg.

Invierno Porteño

Tanti anni prima

Michelangelo ‘70

Chiquilin de Bachin

J. D’ARIENZO (1900-1976)

Milonga de mis amores

A. PIAZZOLLA (1921-1992)

Milonga de la Anunciacion

C. GARDEL (1890-1935)

Por una cabeza

A. PIAZZOLLA (1921-1992)

Soledad

R. GALLIANO (1950)

Tango pour Claude

A. PIAZZOLLA (1921-1992)

Libertango

INGRESSO RESPONSABILE


ASOLO – PALAZZO BELTRAMINI (MUNICIPIO)

Sabato 08 luglio, ore 21

untitledmaxresdefaultfoto concerto bologna 064

TRIO

CARLO LAZARI, violino

FRANCESCO FERRARINI, violoncello

VALTER FAVERO, pianoforte

Programma:

P. I. CAJKOVSKIJ Trio con pianoforte in La min. Op. 50

INGRESSO RESPONSABILE


ASOLO – CATTEDRALE

Sabato 15 luglio, ore 21

bibiena 1

ASOLO CHAMBER ORCHESTRA

Direttore e solista VALTER FAVERO

Programma:

L. VAN BEETHOVEN (1770-1827)

Romanza No. 2 in Fa magg. Op. 50

Solista: GLAUCO BERTAGNIN, violino

F. MENDELSSOHN - BARTHOLDY (1809-1847)

Concerto in Re min. per violino, pianoforte e orchestra d'archi  MWV 0 4

Solisti: ENZO LIGRESTI, violino - VALTER FAVERO, pianoforte

J. TURINA (1882-1949)

Scene Andalouse Op. 7 per viola pianoforte e orchestra d’archi

Solisti: SILVESTRO FAVERO, viola -  VALTER FAVERO, pianoforte

INGRESSO RESPONSABILE

 

Per prenotare i posti a sedere:

inviare una e.mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

oppure

un sms a 3394721228

scrivendo

nome, cognome, data del concerto e numero dei posti.

www.malipieroasolo.it


CURRICULUM

ASOLO CHAMBER ORCHESTRA

L’Asolo Chamber Orchestra è il risultato di un’intesa artistica tra i migliori talenti musicali del territorio cresciuti in questi anni attorno al Festival Internazionale di Musica Classica Malipieroconcerti. Diretta dal M° Valter Favero, la formazione è nata nel 2005 e da allora ha effettuato numerosi concerti suscitando interesse e grande successo di pubblico e di critica per la verve esecutiva e l'alternanza di apprezzati solisti. L’Asolo Chamber Orchestra affronta con notevole flessibilità il repertorio dal ‘700 al ‘900, distinguendosi di conseguenza per una particolare duttilità sul piano artistico-interpretativo, come rilevato da tutti gli interpreti e i direttori d’orchestra che con essa hanno collaborato. Protagonista nel mondo della musica classica l’Orchestra non ha mancato di accostarsi anche al repertorio Jazzistico, alle canzoni Napoletane, ai Tanghi argentini. Nel corso della sua attività in ambito nazionale e internazionale è stata ospite di prestigiosi Enti e Associazioni concertistiche collaborando con artisti di fama internazionale. Inoltre, in seno all’Orchestra, sono attive diverse formazioni cameristiche (Trio Asolano, Quartetto Milonga del Angel, Akedon Quintet, l'Ensamble dell'Asolo Chamber Orchestra), mirando ad un affiatamento ed a una sinergia musicale e strumentale sempre maggiore. L' Orchestra ha effettuato numerose registrazioni e partecipazioni a trasmissioni RAI e Mediaset.

VALTER FAVERO, Direttore e pianista

Ha conseguito il diploma in pianoforte presso il Conservatorio "A. Steffani" di Castelfranco Veneto, sotto la guida del M° Massimo Somenzi, con il massimo dei voti e la lode, ottenendo un diploma di merito e borsa di studio.  Allievo del violoncellista Mario Brunello per la musica da camera, ha  frequentato i Master Classes condotti dai pianisti Lev Vlasenko, Michail Voskresensky e Anatolj Vedernikov, docenti presso il Conservatorio Superiore di Mosca.  Ha studiato con il M° Pier Narciso Masi per il pianoforte e frequentato inoltre il corso di musica da camera istituito dall'Accademia Pianistica di Imola e tenuto dai pianisti Dario De Rosa e Mauren Jones. Determinante, per la sua formazione artistica, l’incontro con il grande pianista e didatta Aldo Ciccolini. Svolge attività concertistica sia come solista che in formazioni cameristiche, invitato da prestigiose Associazioni ed Enti concertistici di Milano, Venezia, Torino, Firenze, Padova,  Bergamo, Genova, Bari, Messina, Bologna, si è esibito in prestigiose sale da concerto quali la Town Hall di Sydney, "Chapelle Historique du Bon-Pasteur" di Montreal, Centrepoint di Ottawa, Casa della Cultura di Sofia, Hardotèneti Muzeum di Budapest, Wagner Zale di Riga, Monestier De Sant Pere a Camprodon in Spagna per il XXII Festival Isaac Albèniz, Biblioteca de Catalunya a Barcellona, Teatro Laz Rosas de Madrid, Französische Kirche di Potsdam, Rocca Sforzesca di Imola, Ateneo Veneto di Venezia, Teatro degli Industri di Grosseto, Palazzo Siotto di Cagliari, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro Kursaal di Bari, Teatro Bibiena di Mantova. Al suo attivo numerose registrazioni per la RAI, per Mediaset, per la Radio Televisione Bulgara, per l'emittente canadese "Tele 30" e la Latvia Television. Ha suonato come solista con numerose orchestre ed è attualmente direttore dell'Asolo Chamber Orchestra. E' direttore dell'Istituto Musicale G.F. Malipiero di Asolo dal 1992, direttore artistico del Festival Internazionale di Musica Malipieroconcerti ed è docente presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Viene  regolarmente invitato in Giurie di Concorsi Pianistici Nazionali e Internazionali.

GIANCARLO DE LORENZO, direttore d’orchestra

Ha compiuto i suoi studi presso il Conservatorio di Musica di Brescia, diplomandosi con ottimi voti in organo e composizione organistica sotto la guida del M° Franco Castelli. Dopo avere conseguito il diploma di Maturità Classica ha proseguito i suoi studi alla facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna, presso il D.A.M.S. nella sezione Musica. Ha studiato inoltre composizione e direzione d’orchestra con il M° G. Cataldo. Direttore stabile dal 1992 dell’Orchestra Vox Auræ, ha effettuato con la stessa numerosissimi concerti in Italia ed all’estero, collaborando con grandi solisti quali L. G. Uriol, M. Fornaciari, S. Krylov, F. Manara, M. Moretti, A. Persichilli, P. Hommage, E. Klein, M. Rudy, P. Entremont, G. Costa e molti altri, sempre con ampio consenso di pubblico e di critica. Ha inoltre diretto in più occasioni l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, l’Orchestra Sinfonica di Sassari, l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, l’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza, I Solisti di Perugia, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestra Europa Philarmonie di Magdeburgo, i Mainzer Kammerorchester di Mainz, l’Orchestra da Camera di Istanbul, L’Orchestra Sinfonica di Wroclaw (Polonia), l’Orchestra Sinfonica di Kiev, l’Orchestra dell’Ermitage di S. Pietroburgo, Helsinki Baroque Ensemble, I Virtuosi Italiani e il coro La Stagione Armonica nella “Grande Messa in Do minore” di Mozart. In Spagna, dove è regolarmente invitato, con l’orchestra Vox Aurae ed il coro Kontakion (Romania), ha effettuato una tournèe di grande successo dirigendo la Missa Sancta Caeciliae di Haydn nelle città di Cadice, Granada (auditorium Manuel de Falla), Madrid (Auditorio Nacional de Madrid). È Direttore Principale dell’Orchestra Vox Aurae di Brescia e Direttore Artistico delle stagioni musicali “Concerti per una Stagione”, “Preludi d’Estate” di Brescia. Da marzo 2003 ricopre la carica di Direttore Artistico e Direttore Principale dell’Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza.

ROSSANA CALVI, oboe

E’ Primo Oboe dell’Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia. Affiancato lo studio dell’oboe agli studi Classici, dopo aver conseguito la Maturità, si diploma brillantemente da privatista presso il Conservatorio di Musica di Bologna. Segue i corsi di perfezionamento con P. Borgonovo presso la Scuola di Musica di Fiesole, e, ancora giovanissima, vince a ventun anni il Concorso per il posto di Primo Oboe presso l’ORT Orchestra della Toscana, ove suona come Primo Oboe fino al 1997. Nel 1997 vince ed accetta l’incarico di Primo Oboe nell’Orchestra del Gran Teatro La Fenice di Venezia. L’incontro con il M° Maurice Bourgue è determinante: approfondisce dal 1997 al 1999 lo studio dell’oboe e della musica sotto la sua raffinata guida presso il Conservatoire National Supérieure di Ginevra, ove ottiene il Premier Prix de Virtuositè. Nel 1998 si aggiudica il Troisième Prix al 54° Concours International d’Exécution Musicale de Genéve, unica oboista italiana a raggiungervi un riconoscimento. Contemporaneamente affianca una costante attività solistica: si è spesso esibita accompagnata da varie orchestre da camera, tra cui l’ORT Orchestra della Toscana e dall’Orchestra da Camera di Mantova, sia da sola, sia con altri solisti quali V. Spivakov, E. Dindo, G. Angeleri, N. Korsakova, P. Gomziakov. Da anni inoltre collabora regolarmente con I Solisti Veneti del M° C.Scimone, con i quali ha suonato nelle più prestigiose sale da concerto in Italia, Germania, Francia, Sud America, Portogallo, Turchia, Lussemburgo, e con loro ha registrato per la RAI Radio Televisione Italiana il concerto di A. Marcello per oboe e archi. Sotto la direzione del M° Claudio Abbado ha suonato a Caracas la Sinfonia Concertante per fiati di W. A. Mozart, con l’Orquesta Juvenil Simon Bolivar. Si è inoltre esibita alla Salle de la Radio de la Suisse Romande di Ginevra con il Concerto per Oboe e Orchestra di R.Strauss. E’ stata invitata dalla Sofia Philarmonic Orchestra a suonare come solista per la Radio Nazionale. Accompagnata dall’Orchestra del Gran Teatro La Fenice, ha eseguito nell’ambito delle Stagioni Sinfoniche,il Concerto di R.Strauss per Oboe e Orchestra; il Secondo Concerto per Oboe e Orchestra di B. Maderna sotto la direzione del M° Viotti, allora Direttore Principale; nel 2007 il Concerto per Oboe e Piccola Orchestra di B. Martinu sotto la direzione del M° A. Manacorda, ottenendo consensi di critica per “l’eleganza del cantabile e l’approfondimento della parola strumentale” nelle sue esecuzioni. Nel ruolo di Primo Oboe ha avuto costanti e prestigiose collaborazioni in Italia e all’estero, con: l’Orchestra del Teatro alla Scala e la Filarmonica della Scala, l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, l’Orchestra della Staatsoper di Monaco di Baviera, la Bayerischer Rundfunk Symphonieorchester, la Royal Concertgebow Orchestra di Amsterdam e con la Royal Scottish National Orchestra, l’Orchestra Mozart con Claudio Abbado, la Mahler Chamber Orchestra, avendo così l’opportunità di suonare sotto la direzione di maestri quali C.Abbado, L. Maazel, R. Muti, K. Masur, M. W. Chung, G. Prétre, D. Harding, Temirkanov. Per molti anni, su invito del M° Ivan Fischer, ha suonato con la Budapest Festival Orchestra, di cui è stata membro e con cui ha effettuato numerose registrazioni tournée in tutto il mondo. Riserva particolare interesse e attenzione per l’ attività cameristica: oltre ad avere da anni un rapporto di amicizia e collaborazione con l’Orchestra da Camera di Mantova, è stata ospite di importanti Società Concertistiche quali: Accademia Chigiana di Siena, Tempo Reale di Firenze, Estate Musicale di Sorrento, Settimane Musicali di Napoli, Amici della Musica di Vicenza, Anima Mundi di Pisa, suonando con V. Vernikov, P. De Maria, P. Narciso Masi, M. Quarta, F. Leleux, M. Postinghel, A. Chumachenko. Ha inoltre potuto collaborare di persona con compositori quali L. Berio, A. Corghi, L. Einaudi e L. Bacalov. Ha eseguito: “Sequenza VII” per Oboe Solo al Teatro Carlo Felice di Genova in occasione della prima esecuzione dell’Integrale delle Sequenze di L. Berio (2003). Ha tenuto varie masterclasses in Italia ed è stata docente preparatrice dei fiati presso i corsi di formazione Orchestrale di Pergine(TN), per l’Orchestra Giovanile dei Conservatori del Veneto, per l’Orchestra Giovanile del Verbano. Su invito del fondatore, il Prof. J. Abreu, ha collaborato per più anni, con masterclasses e concerti da solista a Caracas, al bellissimo progetto sociale venezuelano ormai conosciuto in tutto il mondo grazie anche all’interesse del M°Abbado: il Sistema Nacional para las Orquestas Juveniles e Infantiles de Venezuela.

CARLO LAZARI, violino

Veneziano classe 1962, inizia giovanissimo lo studio del violino con il violinista e tenore Emilio Cristinelli e conseguita la maturità scientifica si diploma in violino nel 1984 col massimo dei voti al Conservatorio di Venezia sotto la guida di Renato Zanettovich, continuando in seguito lo studio del repertorio violinistico all'Accademia Stauffer di Cremona con Salvatore Accardo ed alla Scuola di Musica di Fiesole con Stefan Gheorghiu; ha inoltre preso parte a masterclass tenuti da Franco Gulli ed Henryk Szering presso l’Accademia Chigiana di Siena e Nathan Milstein al Muraltengut di Zurigo.  Premiato dalle giurie di molte rassegne violinistiche nazionali ha ottenuto il 2°premio (1°non assegnato) al IX° Concorso Internazionale di violino "A.Curci" di Napoli. Suona stabilmente dal 1981 con l'"Ex Novo Ensemble" di Venezia prendendo parte in tutte le numerose tournée ed incisioni discografiche per Dynamic, Ricordi, Stradivarius, AS Disc e Giulia Records, con programmi monografici di C.AmbrosiniL.Berio, F.Busoni, E. Casale, M.Dall'Ongaro, G.Donizetti, B.Maderna, G.F.Malipiero, G.Rossini, A.Schoenberg, F.Schubert, G.Sgambati, C.Togni,  E.Wolf-Ferrari, nonchè opere di A.Casella, I.Pizzetti e N.Rota. E' primo violino del quartetto d'archi "Ex Novo", specializzato nel repertorio italiano del '900. Sul versante filologico, come violinista barocco collabora coll' ensemble "L'Arte dell'Arco". E' membro del complesso "I Solisti Filarmonici Italiani" con il quale incide per  "Denon" ed effettua tourneé in tutto il mondo. In duo con il pianista Stefano Gibellato svolge attività concertistica dal 1989 ed ha registrato per la "Nuova Era Records" e per la "Tiziano" i lavori per violino e pianoforte di Anton Rubinstein. Suona un violino costruito a Mirecourt da Didier Nicolas nei primi anni dell'800, ed è docente di violino presso il Conservatorio di Musica "A.Buzzolla" di Adria.

FRANCESCO COMISSO, violino

Diplomatosi presso il conservatorio di Venezia sotto la guida del Prof. Bonzagni in seguito ottiene con il massimo dei voti il titolo accademico di “Konzertdiplom” presso la Musikhochschüle di Amburgo nella classe del Prof. Röhn. Dal 2003 ricopre il ruolo di Concertino dei Primi Violini de “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone, suonando, anche in veste di solista nelle sale più prestigiose (Wiener Muiskverein, Teatro alla Scala, Salle Pleyel di Parigi, Tokio Suntory Hall, Tokio Opera Hall, la Philarmonie di Berlino, Gulbekian Musichall di Lisbona, Center of Performing Tel Aviv, National Theather di Pechino, Jerusalem Theater,, ecc..) e nei Festival più importanti del mondo. In campo orchestrale ha collaborato in qualità di Primo Violino di Spalla con l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Filarmonia Veneta, l'Orchestra Filarmonica Marchigiana ed in qualità di Concertino dei Primi e Spalla dei secondi con l’Orchestra del Teatro alla Fenice di Venezia e l’Orchestra dell’Arena di Verona. Ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Alla Scala di Milano, la Filarmonica della Scala e l’Orchestra Nazionale RAI di Torino suonando sotto la direzione di direttori quali Barenboim, Bichkov, Chung, Gatti, Chailly, Harding. Premiato in concorsi nazionali ed internazionali ha suonato, in contesti cameristici, a fianco di musicisti quali, Vernikov, Mendelssohn, Tchakerjan, Rossi, Masi, Brunello, Lucchesini. Il suo violino è un Don Nicola Amati del XVIII° secolo.

ENZO LIGRESTI, violino

Enzo Ligresti si è diplomato nel 1989 al Conservatorio "Benedetto Marcello" di Venezia sotto la guida di Aldo Nardo con il massimo dei voti. Nel 1991 ha conseguito presso l'Accademia Internazionale Superiore di Musica di Biella, il relativo diploma sotto la guida di Corrado Romano con esito di "Eccellente con menzione speciale". Successivamente sempre con Corrado Romano ha frequentato il Conservatorio di Ginevra e nel 1994 si aggiudica il Primo Premio di "Virtuosité" con menzione speciale, il "Prix Henry Stern" e il "Prix Maggy Brettmayer". Nel 1994 ha eseguito a Ginevra e registrato per la Radio Nazionale Svizzera, il Concerto di Mendelsshon con l'Orchestra della Suisse Romande. Successivamente si è perfezionato con Giuliano Carmignola e ha frequentato l'Accademia "Stauffer" di Cremona con Salvatore Accardo (1994/1995). E' stato premiato in numerosi concorsi: "Lorenzo Perosi" (Biella 1989), "Ada Dal Zoppo" (Mantova 1990), "A. M. A. Calabria"( Lamezia Terme 1990), "Rovere d'Oro"( Imperia 1991), "G. B. Pergolesi" (Napoli 1993), "Città di Vittorio Veneto"(Vittorio Veneto 1995), "Andrea Postacchini"(Fermo 1998), "Valsesia Musica 2000" (Varallo Sesia 2000). Nel 1992 ha collaborato con l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze in qualità di spalla dei secondi violini. L'artista ha effettuato diverse registrazioni discografiche, collaborando anche con il Maestro Aldo Ciccolini, alcune delle quali prime registrazioni mondiali.  Inoltre dicono di lui: - "…Enzo Ligresti si è subito imposto alla mia attenzione per le sue non comuni doti di musicista e di virtuoso…La sua esperienza derivata dalla assidua attività concertistica ne fanno un musicista completo" Aldo Ciccolini; - "Le esecuzioni di Enzo Ligresti si sono sempre dimostrate di altissimo livello tecnico e artistico" Claudio Scimone. Docente di violino presso il Conservatorio di Novara. Ha svolto intensa attività concertistica come solista e in formazioni cameristiche (Duo-Trio e Quartetto) in Italia e all'estero (Messico, Germania, Lussemburgo, Belgio, Francia, Austria, Singapore, Thailandia, Malesia, Corea, Cina, Stati Uniti, Canada, Egitto, India, Giappone, Svizzera e altri ancora) sempre con grande consenso di pubblico è stampa. In qualità di concertino dei secondi violini è membro dell’orchestra dei “Solisti Veneti”, con cui ha svolto intensa attività concertistica, anche in ruoli solistici. È membro fondatore del Quartetto Archimede. Suona un violino Pierre Dalphin.

SEBASTIANO MARIA VIANELLO MIRABELLO, violino

Sono nato ad Ankara da genitori veneziani, pianisti ed docenti di Conservatorio, i quali un po’ contro le mie aspirazioni, mi imposero lo studio del pianoforte. Non mi sentivo assolutamente attratto da quello strumento sicché, staccato dal muro il violino che era appartenuto a mio nonno Giuseppe, in breve tempo riuscii a far cantare quella “strana scatola”. E riuscii anche a divertirmi, facendomi accompagnare da mio fratello Gabriele, pianista che ha seguito le orme di papà e mamma.  Venni ben presto affidato alle esperte mani di Giovanni Guglielmo. Il gioco cominciò ad appassionarmi sempre più, sino a diventare un serio apprendimento. Debuttai a 12 anni, nella Sala Grande dell’Università di Mülacker in Germania. Poi via, via, nei programmi Rai dedicati ai giovani talenti. Ho ultimato gli studi con Pavel Vernikov, Gregory Zhislin e Corrado Romano, i quali mi diedero la possibilità di mettermi a contatto con altre importanti scuole violinistiche internazionali. Dopo alcune esperienze giovanili al Festival di Barga e con l’orchestra Arrigo Pedrollo, il M° Bruno Giuranna, allora Direttore Stabile, mi invitò a far parte dell’Orchestra di Padova e del Veneto (1986). Nel 1990 costituii una mia orchestra ove potei esibirmi come solista: il Gruppo Strumentale Veneto G.F Malipiero, Più di 650 concerti furono la mia palestra per approfondire il repertorio solistico ed il mestiere di spalla d’orchestra. Contemporaneamente ho avuto l’opportunità di fare altre interessanti e lusinghiere esperienze musicali: 200 concerti nell’arco di 8 anni con I Virtuosi dell’Ensemble di Venezia, con sede nella chiesa della Pietà o di Vivaldi e in tournèe in Turchia e Brasile. Sono membro solista degli Interpreti Veneziani dal ’95 con i quali ho già fatto 750 concerti e ho così l’occasione di esibirmi nelle più belle sale in Australia, Giappone, Stati Uniti, America del Sud tutta. Dal 1996 ho iniziato una collaborazione con il M° Josè Maria Ulla, allora Direttore dell’ Orquesta Sinfonica di Bahia Blanca ed ogni anno effettuo una tournèe in Argentina: Concerti di Mozart, Viotti, Tchaikowski e molti altri. Consolidata l’amicizia abbiamo istituito nel 2006 la Sinfonieta Mar del Plata, un’orchestra che interpreta diversi stili di musica. Volete sapere che violino suono? Un poderoso Antonius et Hieronymus Amati Cremonensis del 1611.

GLAUCO BERTAGNIN, violino

Nato a Padova dove ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio "C. Pollini" diplomandosi con il massimo dei voti e la lode sotto la guida dl Maestro P. Juvarra. Dal 1978 al 1986 si è perfezionato al Conservatorio di Ginevra con il Maestro C. Romano, ottenendo il diploma di virtuositeè con menzione speciale d’onore. Ha partecipato a diverse rassegne e concorsi dove ha ottenuto premi e riconoscimenti (Vittorio Veneto, Pescara, Cesena, Città di Castello). Svolge un’ intensa attività cameristica in formazioni di vario genere, dal duo all’orchestra d’archi. Dal 1980 è altro primo violino solista dei "Solisti Veneti" con i quali ha preso parte a concerti per i più importanti festivals e nelle più importanti sale da concerto (Salisburgo, Edimburgo, Carnegie Hall, Bunka Kaikan Tokyio). Con "I Solisti Veneti" ha inoltre inciso numerosi dischi anche in veste di solista (Estro armonico di Vivaldi) e registrato per molte radio e televisioni in tutto il mondo. Insegna violino presso il Conservatorio "A. Vivaldi" di Novara. Suona un violino Guadagnini del 1803.

SILVESTRO FAVERO, viola

Ha conseguito il diploma in viola presso il Conservatorio di Musica “C. Pollini” di Padova sotto la guida del Maestri Fabrizio Scalabrin e Dino Asciolla con il quale ha studiato dal 1991.  Nel 1994 e nel 1995 si è perfezionato presso l’Accademia W. Stauffer di Cremona sotto la guida del M° Bruno Giuranna ed ha partecipato ai corsi di perfezionamento tenuti dai Maestri  Fedor Drhzinin e Wolfram Christ. Nel 1997 si è ulteriormente perfezionato ottendendo il Master Degree a Sydney nel 1997 sotto la guida del M° Wolfram Christ, della Prof.sse Ester van Strallen e Susan Blake presso il Sydney Conservatorium.Si inoltre perdezionato con i M. Piero Farulli, Milan Skampa, Dario de Rosa e Alexander Lonquic e Pier Narciso Masi. Si aggiudica il I premio nel Concorso Nazionale Strumenti ad Arco “Città di Genova” nel 1990 e consegue il I premio – categoria Viola, nelle edizioni del Concorso Città di Vittorio del 1988  e nel  1994. Nel 1998 è stato scelto dal M° Claudio Abbado per ricoprire il ruolo di Prima Viola della Gustav Mahler Jungendorchester. Ha collaborato con artisti quali L. Spierer, M. Brunello, K.  Bogino, D. Bogdanovic, M. Palumbo, S. Mullai, S. Zumbrosky, Piero Toso, E.van Strallen, G. Carmiglnola, Pavel Vernikov, Dejan Bogdanovich,. In qualità di Prima Viola ha collaborato con le seguenti orchestre nazionali ed internazionali; Orchestra della Fondazione Gran Teatro La Fenice, Orchestra della Fondazione Arena di Verona, Gustav Mahler Jungendorchester, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, Orchestra Verdi di Milano, United Europe Chamber Orchestra, Orquestre Sinfonica della Galicia, Orchestra della Fondazione Teatro Comunale di Bologna. Dal 1998 collabora stabilmente con l’Orchestra “I Solisti Veneti” diretti dal M° Claudio Scimone.

FABIO MERLINI, viola, clavicembalo, organo

Fabio Merlini, classe 1967, è concertista di Viola, clavicembalo e Organo. Completa i suoi studi in direzione d’orchestra con Giuseppe Lanzetta e composizione con Bruno Bettinelli. Dopo essersi perfezionato in Germania, inizia una brillante carriera con I Solisti Veneti di Claudio Scimone, orchestra che lo porterà ad esibirsi in veste di solista  in tutte le sale da concerto piú importanti del mondo come: Musikvereisaal Wien, Mozarteum Salzburg, Mosca Sala Tchaikowsky, Concertgebouw Amsterdam, Lincoln Center New York, Tonhalle Zurich, Opera de Paris, Teatro alla Scala Milano, Osaka Symphony Hall, Teatro Colon Buenos Aires, Chicago Symphony Hall, Megaron Atene, Seul Arts Center, Singapore Concert Hall, Suntory Hall Tokio, Caracas Auditorium Carreno, Hermitage a San Pietroburgo. Ha collaborato a fianco di solisti di fama internazionale come Ithzak Perlman, Salvatore Accardo, Isaac Stern, Uto Ughi, Jean Pierre Rampal, Enrico Dindo, James Galway, Cecilia Gasdia, Sabine Mayer, Michala Petri, June Anderson.  Ha tenuto masterclasses a Caracas, Abu Dhabi, Tokyo e New York. Dal 1991 è organista, clavicembalista solista nonchè continuista de I Solisti Veneti.  Con la Filarmonica della Scala e la Filarmonica Toscanini, ha lavorato con direttori di fama mondiale come Maazel, Muti, Gatti, Temirkanov, Pretre, Dutoit, Plasson, Tate, Rostropovich, Masur, Baremboim, Pappano, Harding, Giulini. Registra CD e DVD per case discografiche del calibro di DECCA, RCA Victor, Warner Fonit, Arts, Dynamic , TDK, TACTUS, e per emittenti televisive di tutto il mondo.

GIUSEPPE BARUTTI, violoncello

Violoncellista veneziano tra i più talentuosi e raffinati interpreti italiani, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia sotto la guida del M° Adriano Vendramelli. Ha svolto un'intensa attività cameristica a fianco di musicisti quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Dejan Bogdanovich, Kostantin Bogino, Pavel Vernikov, Bruno Canino, Roni Rogoff, Alain Meunier e Rocco Filippini, suonando nei festival più prestigiosi del mondo. Per il Gran Teatro “La Fenice” di Venezia ha inciso l'integrale della musica da camera di Johannes Brahms, riscuotendo un considerevole successo di pubblico e critica. Ha ricoperto inoltre il ruolo di Primo Violoncello nell'Orchestra Filarmonica della Scala di Milano e, a soli ventuno anni, nell' Orchestra del Gran Teatro la Fenice di Venezia. Fondamentali nella sua formazione sono stati gli incontri e l'intimo rapporto artistico avuti in gioventù con il grande direttore Sergiu Celibidache e con il violoncellista del Quartetto Italiano Franco Rossi: il primo per l'approccio fenomenologico alla musica fondato sostanzialmente sull'importanza della struttura e il secondo per il culto del suono. Dal 2001 è, assieme a Gianantonio Viero, Primo Violoncello dell'orchestra da camera “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone, considerata dalla critica internazionale fra i più rappresentativi complessi musicali italiani, vero e proprio punto di riferimento mondiale per la musica barocca di scuola tipicamente veneziana ed europea. Con questa formazione ha suonato come solista nelle sale più prestigiose del mondo come il Wiener Muiskverein, la Philarmonie di Berlino, il Teatro alla Scala di Milano, la Salle Gaveau di Parigi, la Sala Simon Bolivar e il Teatro Teresa Carreno di Caracas, il Teatro Nazionale di Riga, il Teatro dell'Opera di Praga, la Tokio Suntory Hall, la Tokio Opera Hall, la Gulbekian Musichall di Lisbona, Center of Performing Tel Aviv, il JerusalemTheatre e molte altre.

FRANCESCO FERRARINI, violoncello

Francesco Ferrarini nasce a Verona e ha compiuto gli studi al Conservatorio di Rovigo, nella classe del M° Simoncini, diplomandosi con 10 e Lode.  Dal 1991 al 96 ha frequentato i corsi del M°Brunello e dal 1984 per quindici anni ha mantenuto un rapporto di studio con il M°Franco Rossi, grande quartettista e violoncellista,che lo ha considerato uno dei suoi migliori allievi. Viene premiato in concorsi per violoncello e musica da camera; Perosi di Biella,Zamboni di Cesena,Concorso Internazionale di Caltanissetta, Nuovi Talenti, Premio Quadrivio, etc. Suona come primo violoncello e solista con: I Virtuosi Italiani, Il Parma Opera Ensemble, Nextime Ensemble, I Filarmonici di Verona, I Solisti Filarmonici Italiani, Orchestra da Camera del Teatro Regio di Parma…Gruppi con i quali si è esibito nei più importanti teatri italiani ed in innumerevoli Tournèe nei cinque continenti. Dal 2000 ricopre il ruolo di primo violoncello nell’Orchestra del Teatro Regio di Parma,collabora anche, sempre come primo violoncello, con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova,l’Orchestra del Teatro Regio di Torino,Orchestra Filarmonia Veneta di Treviso, Orchestra Giovanile dell’Accademia di S. Cecilia di Roma. Numerose sono le sue partecipazioni con l’orchestra della Radio Svizzera Italiana,e saltuariamente collabora con I Solisti di Mosca diretti da Yuri Bashmet. Inoltre alterna le esecuzioni abituali, con strumenti “moderni”, a quelle filologiche con strumenti “d’epoca”, con gruppi quali: Accademia De li musici, Arte dell’Arco, I Virtuosi Barocchi, I Filarmonici, Gruppo Barocco de I Virtuosi Italiani. E’ cofondatore del Quartetto d’Archi Webern, considerato uno dei migliori quartetti italiani, con il quale si è esibito, per più di 15 anni, nelle più importanti sale da concerto italiane e in numerosissime tournèe estere. Francesco, Registra per: Chandos, BMG Ricordi, EMI,Dynamic, Tactus, Bottega Discantica, Nuova Era, Naxos,Deutsche Harmonia Mundi. Nel 2007 registrerà per l’etichetta Tactus l’integrale delle sonate per violoncello e cembalo di A.Vivaldi insieme al cembalista Roberto Loreggian. Suona su un violoncello del 1700 della scuola italiana e un violoncello tirolese del 1600. E’ docente di violoncello presso l’Istituto musicale pareggiato di Reggio Emilia. Dal 1998 è docente di violoncello presso la scuola ad indirizzo musicale di Vicenza. E’ l’ideatore della stagione di musica da camera “I Concerti di S. Luca” a Verona, e fondatore del gruppo Interpreti Italiani.

AKEDON QUINTETT

FRANCESCO COMISSO, straordinario violinista, si distingue per purezza formale, eleganza, capacità tecniche notevoli. ENZO LIGRESTI, violinista dalla singolare bellezza del suono, è apprezzato dal grande pubblico per lo stile rigoroso, accurato e cristallino. Il violista SILVESTRO FAVERO è stimato per le sue eccezionali  interpretazioni, generose e appassionate. GIUSEPPE BARUTTI è considerato dalla critica tra i più straordinari e prodigiosi violoncellisti nel panorama musicale internazionale. VALTER FAVERO, raffinato interprete, rivela, ad ogni coinvolgente esecuzione, una grande sensibilità ed eleganza.

DUO BECHSTEIN

ENNIO POGGI e LAURA BELTRAMETTI suonano stabilmente in duo nelle formazioni per due pianoforti e a quattro mani dal 1991. La lunga esperienza nell'interpretazione del repertorio per duo pianistico permette loro una straordinaria intesa. Il loro repertorio spazia infatti dal classicismo alla musica contemporanea. L' importante carriera artistica li ha visti protagonisti in Italia, Europa, Medio oriente. Da sottolineare la loro esibizione al Cremlino a Mosca e nella casa museo del compositore A. Scriabin. Hanno scritto di loro......il duo ha dimostrato, oltre all'affiatamento, una grande unità di intenti espressivi, non solo nel ritrarre ciascun quadro nel suo complesso , ma anche nelle sfumature e nei dettagli....(B. Zappa -L'Eco Di Bergamo ) ......Laura Beltrametti ed Ennio Poggi, pianisti dalle mani d'oro, hanno dimostrato di essere artisti autentici, hanno stupito per il controllo tecnico ed hanno commosso il pubblico con una musicalità originale, anche perchè sono stati capaci di richiamare dallo strumento una molteplicità di timbri e dinamiche che difficilmente si ascoltano.....( M.C.-Il Giornale Di Ragusa) …..Dinamica e appassionata è stata la loro esibizione, momento d’arte e di poesia insieme, interpretazione carismatica di due artisti che riescono a trasmettere vita agli spettatori, i quali, di certo, non possono rimanere indifferenti. Se Laura Beltrametti è l’anima dell’esibizione, Ennio Poggi è la forma e viceversa….(C. Saja – Barcellona news) ......Difficile indicare i momenti più significativi di un recital di altissimo livello, ma l'apice è stato raggiunto nei due brani " Le Ebridi e Les Preludes ". Pubblico numerosissimo ed entusiasta......(Del Vaglio-Napoli-Critica Classica) . Il duo si è recentemente esibito, ottenendo notevole riscontro di pubblico  nei teatri di Firenze (Teatro Verdi e Puccini), Livorno, La Spezia e Arezzo.  Proseguirà l'attività concertistica  con una nuova tournée in svariati teatri della Romania.

IVO CREPALDI, violino

nato a Bolzano, inizia lo studio del violino presso il Conservatorio di Bolzano con Franco Turra. Successivamente continua gli studi presso il Conservatorio F.A.Bonporti di Trento conseguendo il diploma nell’anno 1999 sotto la guida di Alberto Martini. Dal 2001 è cofondatore del Quartetto Ludus, con il quale tuttora svolge un intensa attivitá concertistica nel Nord Italia ricoprendo inoltre il ruolo di direttore artistico. Nel 2001 risulta idoneo presso l’orchestra della Fondazione Toscanini per il progetto biennale Post-diploma “Mythos” di perfezionamento orchestrale e solistico. All’interno di questo progetto si perfeziona con Eugene Sarbu (premio Paganini nel 1978). Nel 2002 si perfeziona con il quartetto presso il conservatorio di Bolzano con Andrea Repetto, Milan Skampa, Hugh McGuire e Andrea Nannoni. Con Andra Nannoni e soprattutto con Piero Farulli ha la possibilitá di perfezionarsi anche presso la scuola di musica di Fiesole (FI) frequentando, tra l’altro, l’Accademia Europea del Quartetto e, nel 2003, il corso di perfezionamento di violino tenuto da Giulio Franzetti. A giungno 2004 risulta unico idoneo all´audizione indetta dall´Accademia I Filarmonici di Verona. Collabora con varie Orchestre tra le quali l’Orchestra Haydn, I Pomeriggi Musicali di Milano, la Toscanini di Parma, l’Orchestra del MusicaRiva Festival di Riva del Garda e con Ensemble d’archi tra i quali l’Accademia I Filarmonici di Verona, l’Ensemble Zandonai di Trento, l’Officina degli Affetti di Castelfranco Veneto ed il Conductus Ensemble di Merano. Oltre all’attività concertistica è anche docente presso l’Istituto musicale in lingua tedesca di Merano e di Lana.

EDOARDO BRUNI, pianoforte

Edoardo Bruni è pianista e compositore. Diplomato in pianoforte col massimo dei voti presso i Conservatori di Trento e di Rotterdam, si è perfezionato con Cohen, Berman, Delle Vigne, Schiff, Margarius. Svolge attività concertistica in Italia ed in Europa come solista ed in formazioni cameristiche e si è esibito in cartelloni prestigiosi in cui comparivano anche artisti del calibro di Yo Yo Ma, Canino, Pogorelich, Bollani, Campanella, Bahrami, Laneri, Piovani, Bacalov. Diplomato in composizione col massimo dei voti presso il Conservatorio di Trento, si è perfezionato con Mullenbach, Corghi, Bacalov. Sue composizioni sono state eseguite in Italia ed Europa in oltre 200 concerti. E' laureato in filosofia presso l'Università di Padova ed è dottore di ricerca in musicologia delle Università di Trento e di Paris 4 – Sorbonne. Ha insegnato presso la Scuola Musicale Giudicarie ed i conservatori di Verona, Padova, Trento, Siena, Frosinone, Riva del Garda, Darfo. Attualmente insegna lettura della partitura presso il conservatorio di Vicenza. È direttore artistico delle rassegne musicali “Più Piano” (con Monique Ciola), “I martedì a casa Raphael” (con Santo Albertini), “I concerti dell' Associazione Rosmini”, “Katharsis”, “GiudiJazz”. Basandosi sui principi da lui definiti e formalizzati dell'estetica della catarsi e della tecnica della pan-modalità, sta realizzando il progetto compositivo "Ars Modi - L'Arte del Modo", in cui propone una nuova via di mezzo compositiva, diversa dalle due vie che hanno predominato nel Novecento: l' "estetica del malessere - atonalità estrema" da una parte, e l' "estetica dell'ingenuità - tonalità tradizionale" dall'altra.

MAGNASCO TRIO

Il Magnasco Trio, formazione cameristica esistente già da diversi anni , è costituito da artisti che hanno  avuto modo di  esibirsi  in  svariate parti  d’Italia  ed all’estero eseguendo  musiche, originali o trascritte, composte dal Settecento ad oggi sempre  con grande attenzione filologica e conseguente riscontro di critica e  pubblico. Caratteristica peculiare di questo ensemble è che, partendo dall’assoluto valore solistico dei singoli componenti  ( tutti vincitori di Concorsi Internazionali relativi al proprio strumento ), si sia riusciti a dare vita ad un gruppo in cui le individualità lascino il posto ad  un’unica identità interpretativa. Recentemente  ospitati da alcune tra le più importanti associazioni  musicali italiane si sono distinti soprattutto per affiatamento e ricercatezze dinamico-interpretative. Il gruppo ha effettuato  prime esecuzioni di lavori di compositori contemporanei  e ripresentazioni di opere meno note del 900. Il Trio incide per la DRC - Dryno Record Company. Il Magnasco Trio è composto da:

GIANLUCA CAMPI, fisarmonica - Vincitore del Trofeo Mondiale di Fisarmonica svoltosi ad Alcobaça in Portogallo nel 2000 , ha iniziato a studiare fisarmonica a 11 anni col M° G.Bicchieri; a 12 anni ha vinto il Concorso Internazionale di Vercelli ed  il Campionato Italiano. Il M° W.Beltrami lo definì un “enfant prodige” ed “il Paganini della Fisarmonica” sia per l’interpretazione sia per l’amore dimostrato verso le trascrizioni delle  musiche del virtuoso violinista .Come solista si è esibito in vari teatri nazionali ed esteri tenendo concerti con grande riscontro di critica e pubblico.Il suo repertorio spazia da Bach, Adamo,Volpi, Schubert,  Rossini , Albeniz ad una rilettura tanto originale quanto inedita di opere virtuosistiche di Paganini come i Capricci e gli Studi.

ANDREA CARDINALE, violino - Si è diplomato presso il Conservatorio di Genova per poi conseguire l'attestato di merito alla master class biennale di alto perfezionamento virtuosistico. Ha seguito corsi di perfezionamento tenuti all’Accademia Musicale “O.Respighi” di Roma e al Liceo Musicale “G.B.Viotti” di Vercelli dal M°Ruggero Ricci, all'Accademia Musicale di Novara dal M°Franco Gulli, al Peabody Conservatory di Baltimora (USA) dal M° Berl Senofsky, a Milano dal M° Damiano Cottalasso (Teatro alla Scala), a Genova dal M°Giuseppe Gaccetta, a Blonay (Svizzera) dal M°Giuliano Carmignola. Vincitore di numerosi premi e riconoscimenti nazionali e internazionali svolge attività concertistica come solista e in formazioni da camera; ha eseguito come solista i capolavori per violino e orchestra di Beethoven, Bach, Paganini, Tchaikowsky, ecc. Si è poi specializzato nel repertorio virtuosistico per violino solo arrivando a eseguire in concerto l'integrale dei 24 Capricci di N.Paganini. Ha effettuato tournées in Italia, Francia, Belgio, Spagna, Svizzera, Stati Uniti, Inghilterra, Germania, Austria, Polonia, Svezia, Irlanda, Algeria, Brasile, Malesia. Ha effettuato registrazioni televisive per RAI, Mediaset, LA7 e Tele +. Ha inciso oltre 15 CD per case discografiche italiane, inglesi, tedesche e americane, diffusi in più di 30 paesi. Suona un violino “Vuillaume”del 1864 (collez. Devoto).

ALESSANDRO MAGNASCO, pianoforte - Diplomatosi  brillantemente  in  Pianoforte presso il  Conservatorio di Genova,   si è poi perfezionato con illustri didatti e concertisti di fama internazionale. Presso lo stesso Conservatorio si è  anche diplomato, con il massimo dei voti ,  in Didattica della Musica ed ha continuato  gli studi di Organo, Clavicembalo e    Composizione.  Oltre ad aver  suonato, già da giovane età, nelle  principali sale da concerto della  Riviera  Ligure  è stato ospitato da  centinaia di  Associazioni Musicali Italiane ed Estere ( Francia, Spagna, Svezia, Belgio, Germania, Svizzera, Austria, Rep.Ceca, USA, Brasile, Uruguay, Russia, Giappone…) entusiasmando per musicalità e ricercatezza espressiva. Alessandro Magnasco effettua mediamente 70-80 concerti all’anno con tournée che lo vedono protagonista in svariati parti del mondo: nei prossimi mesi sono previste sue performances in tutta Europa, USA, Sud America e Giappone. Si è esibito in prestigiose sale da concerto quali la L.J.Lefrak Concert Hall di New York e l'Italian Culture Center di Washington D.C. (USA), il Teatro SESI di Porto Alegre e l’Auditorium di Santa Cruz  ( Brasile), la Casa della Cultura – Alliance Française  di Montevideo (Uruguay),  la Tohnhalle di Zurigo, il Gasteig di Monaco di Baviera, la Europa Haus di Meirhofen (Austria), il Teatro e l'Auditorium A.Segovia di Linares (Spagna),  il Teatro Alfieri di Torino, il Teatro Carlo Felice e Casa Paganini di Genova, il Teatro Bibiena di Mantova, il Teatro Vittorio Emanuele di Messina, il Teatro Rendano di Cosenza e in importanti festivals tra cui Asolo, Piemonte in Musica , Estate Musicale Internazionale di Alghero, Portofino Classica International, Festival Paganiniano di Carro, Emilia Romagna Festival, Monaco di Baviera (Germania), Stoccolma e Julita Festival (Svezia), Linburg e Beringen (Belgio), Cordoba, Murcia, Linares (Spagna), Fête Nationale de la Musique di Parigi, Floraisons Musicales di Avignone, Nancy-Phonies e molti altri. Si è classificato primo in diversi  concorsi   internazionali ed ha effettuato varie registrazioni televisive e radiofoniche  per la RAI, la Televisione di Stato spagnola e brasiliana e per la Radio Nazionale Australiana. E’stato più volte chiamato a partecipare, in qualità di membro della giuria, a concorsi internazionali. E’ direttore  artistico  di A.MU.S.A. e consulente musicale della Società Lirico Concertistica di S. Margherita Ligure. E’ responsabile musicale  della “Paganini Philarmonic Orchestra”, formazione che ha al suo attivo esibizioni a livello internazionale. Incide stabilmente per la Dryno Record.

DUO PIANISTICO ALESSANDRA TAGLIERI & ROBERTO GENITONI

Contagioso slancio, forte personalità, profondo affiatamento, così come più volte sottolineato dalla critica, caratterizzano le interpretazioni del duo pianistico formato da Alessandra Taglieri e Roberto Genitoni, unito nella musica così come nella vita. Attivo da oltre un ventennio, questo duo è frequentemente ospite di importanti festival e stagioni concertistiche ( Estate Spoletina, Musiques en Eurorégion dans les Flandres,  Klavierwoche di Heidelberg, Festival International du Piano en Cabardès, Festival des Trois Iles d’Or, Sala Barozzi di Milano, Fondazione Piccinni di Bari, Palazzo Albrizzi di Venezia, Ambiente Musica di Cagliari, Arts Academy di Roma, Teatro dell’ Acquario di Cosenza, “Preludi d’Estate” di Brescia, Teatro Rossini di Lugo, Torino Classica, Teatro Moriconi di Jesi, Teatro Stimate di Verona, Gubbio Summer Festival, Festival Internazionale di Musica da Camera  a  Palazzo Tursi di Genova, Accademia Galileiana di Padova,Villa Cattolica di Palermo, Fondazione Napolitano di Napoli, Università degli Studi di Udine, Teatro Elettra di Iglesias, Sentieri Mediterranei di Avellino, Auditorium Gazzoli di Terni, Festival Malipiero di Asolo, Suoni Multicolori di Catania, Associazione “Nino Rota” di Brindisi, A.GI.MUS. di Firenze, Teatro delle Clarisse di Rapallo, Amici della Musica di Monza, Teatro Scaligero di Malcesine, Teatro Comunale di Cesenatico, Teatro Comunale di Portofino, Istituto Europeo di Musica di Teramo, Festival Internazionale ECHOS, “ANACAPRIFAMUSICA”, “Finestre sul Novecento” di Treviso, Festival Pianistico Internazionale di Savona, Piemonte in Musica, “Domeniche al Castello” di Piombino, Amici della Musica di Chieti, Festival Ultrapadum, PianoCityMilano 2016 … ). L’ampio repertorio, che spazia da Mozart al ‘900 storico, comprende anche opere che autori contemporanei hanno dedicato al duo. Attivi nel campo dell’ insegnamento e della diffusione del patrimonio musicale, sono direttori artistici dell’ Associazione Culturale Concerti e Colline onlus. Definire l'incontro, sotto il profilo musicale di Alessandra Taglieri e di Roberto Genitoni, significa permettersi di immaginarli nel loro privato, durante lo svolgersi di una loro giornata, scandita dallo studio ma anche dalla curiosità e dall'attenzione, dal cercare di porsi e proporre gesti ripetuti e rituali al pianoforte, che ottiene attenzione e dedizione fino a restituire quello che loro intendono per un particolare e personale risultato. Chiunque li possa aver ascoltati può percepire queste sensazioni ma è nel vederli eseguire il vasto repertorio, che spazia dalle opere più legate al Classicismo fino al Novecento, che si capisce quanto complementari siano l'intrecciarsi di mani e di sguardi che vanno oltre la semplice intesa. La definizione di alchimia è in questo caso non un azzardo ma si avvicina a quanto accade, da una parte la passionalità di Alessandra che si rivela in totale interezza davanti al piano, dall'altra la genialità del tocco raffinato di Roberto. Esecutori fedeli ma non ingabbiati in trappole barocche, fanno dei loro concerti momenti di alta qualità di intrattenimento e non solo.

OPERA TANGO

Quando la forza espressiva di un interprete come Mirko Satto alla fisarmonica si unisce agli echi del flauto traverso di Matteo Mignolli, il pensiero corre subito al mondo della musica sudamericana con un particolare riferimento al tango, genere che affonda le proprie radici nell’incontro tra queste due sonorità. Se poi a questo si aggiunge la ritmica percussiva del pianoforte di Maddalena Murari, si ha la perfetta sintesi tra intenzione e passione. Opera Tango nasce dall’incontro di un gruppo di musicisti che vogliono comunicare le emozioni e le sensazioni dello spirito tanguero ripercorrendone gli aspetti più salienti. Ogni brano è un caleidoscopio di caratteri musicali: a volte giocoso, burlone e sarcastico, altre sensuale, tragico e drammatico. Il Trio OPERA TANGO è formato da:

MATTEO MIGNOLLI, flauto traverso - Nato nel 1972 a Padova e diplomato in flauto traverso nel 1995 al Conservatorio della sua città con la Sig.ra Clémentine Hoogendoorn Scimone, si laurea in Scienze Politiche nel 1998 all'Università patavina unendo negli anni l'attività di concertista con quello di organizzatore di rassegne e manifestazioni culturali in Italia e all'estero. Dal 1991 ininterrottamente fino ad oggi è componente della Civica Orchestra di Fiati di Padova e ha collaborato come flautista e ottavinista con l’Orchestra Beethoven, Orchestra G.F. Malipiero, Orchestra di Venezia, Orchestra Italiana, Orchestra Filarmonica del Veneto, Orchestra di Venezia, New Jersey Symphony Orchestra. E’ iscritto all’Albo dei Pubblicisti del Veneto e dal 2001 al 2010 ha collaborato con il quotidiano “Il Gazzettino” nelle pagine di musica e spettacolo.

MIRKO SATTO, fisarmonica e bandoneon - Ha studiato fisarmonica presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto (TV) diplomandosi nel 1999 con il M° I. Paterno con il massimo dei voti, lode e ''menzione d`onore''  e meritando due borse di studio come miglior allievo dell'Istituto. Si e`perfezionato e ha studiato con il M° Scappini, Noth, Zubitsky  e con Salvatore di Gesualdo. Inoltre si è diplomato in oboe sotto la guida del prof. Paolo Brunello.  Ha vinto i più importanti Concorsi Nazionali ed Internazionali di Fisarmonica meritando in tutti il primo premio assoluto. Ha suonato in oltre settecento importanti Festivals e Rassegne concertistiche esibendosi nei più prestigiosi teatri di tutta Europa, Australia, Giappone, Africa e Sud America. Fisarmonicista eclettico Mirko Satto spazia con disinvoltura dalla musica barocca a quella  contemporanea, dal varietèe francese al tango argentino; suona da solista, in gruppi cameristici e collabora sia come fisarmonicista che come bandoneonista con importanti Orchestre. E' docente di fisarmonica al Liceo Musicale “Marconi” di Conegliano (TV).

MADDALENA MURARI, pianoforte - Nata a Padova nel 1976, ha studiato pianoforte con la Prof.ssa Maria Luisa Caprara presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova, diplomandosi nel 1995 con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore. Nel febbraio 1996 è diventata membro effettivo dell’Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole dove è stata seguita per la musica da camera dai maestri: De Rosa, Baldovino,  Zanettovich, Jones, Mealli, Globokar, Faja  e Nannoni. E’ risultata vincitrice di nove primi premi assoluti in importanti concorsi nazionali ed internazionali e del secondo premio al Premio Venezia del 1996. Nel Giugno 2005 ha conseguito il diploma di Dottore di Ricerca in Letterature Anglo-Germaniche e nell’Ottobre 2005 ha ottenuto il diploma accademico di II livello in pianoforte rilasciato dal Conservatorio “B. Marcello” di Venezia con il massimo dei voti e la lode.

DUO PIANISTICO LANDINI - PETRELLA

SANDRA LANDINI si è affermata fin da giovanissima nel panorama pianistico nazionale risultando vincitrice del primo premio e di borse di studio in numerosi concorsi pianistici nazionali a Genova, Savona, Pompei, Pisa, Livorno, Rimini, Ravenna, Verbania e Brindisi. In seguito ottiene il primo premio assoluto ai Concorsi Internazionali di Stresa e Taranto, il secondo premio assoluto al Concorso Internazionale di Chieti e il terzo premio assoluto al Concorso pianistico F. Liszt di Lucca e al Concorso Internazionale F. Chopin di Roma. La sua attività artistica la vede protagonista nelle sale e nei festival più prestigiosi in Europa, Gasteig a Monaco di Baviera, Festival Grieg a Bergen (Norvegia), Fondation Pierre Gianadda a Martigny (Svizzera), Theatre des Varietes a Montecarlo, Musik Theater e Università di Vienna, Havellandische Musikfestspiele in Brandenburgo, Fondazione N. Piccinni di Bari, Basilica di San Giorgio a Roma, Festival Melusine (Francia), St Giles’ Cathedral ad Edimburgo, Accademia Nazionale di Lovran (Croazia), Cultuurcentrum Beringen (Belgio), Festival Pau Casals (Spagna), Festival “Città di Castello” di Perugia, Asolo Musica, e inoltre a Torino, Genova, Milano, Stresa, Lugano, Londra, Norimberga, Dublino… Ha eseguito il Concerto n.1 di F. Chopin con l’Orchestra Filarmonica di Stato di J. Dumitrescu della Romania e il Concerto di J. S. Bach per tre pianoforti ed orchestra presso il Teatro Comunale di Alessandria. Figlia d'arte, inizia lo studio del pianoforte sotto la guida della madre Vilma Sepe diplomandosi al Conservatorio di Musica “L. Cherubini” di Firenze con il massimo dei voti e la Lode. Successivamente consegue il biennio specialistico ad indirizzo concertistico al Conservatorio di Musica “F. Morlacchi” di Perugia. Si è perfezionata a Firenze con Orazio Frugoni e a Brescia presso l’Accademia Romanini con Maria Golia; hanno inoltre contribuito alla sua formazione Muriel Chemin e Boris Petrushansky. Molto attiva anche in campo didattico e pedagogico ha pubblicato metodi pianistici e raccolte di studi per pianoforte per la Casa Editrice E.T.S. e per l’Associazione Stravinsky Editore. Già docente di pianoforte principale presso i Conservatori di Catania, Fermo, Trapani, Pesaro, attualmente insegna al Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria. E’ invitata come membro di giuria in concorsi pianistici nazionali e internazionali e suoi allievi sono stati premiati in competizioni pianistiche.

MICHELE PENTRELLA

Nato a Barletta nel 1969, si è diplomato al Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari, sotto la guida della Prof.ssa Maria Lucrezia Pedote, con il massimo dei voti lode e menzione d’onore. Si è esibito come pianista solista in numerose città italiane e straniere quali Roma, Salisburgo, Ravenna, Napoli, Parma, Oslo, Bari, Catania, Bucarest, Grosseto, Venezia, Parigi, Bruxelles, Palermo. Ha suonato per importanti istituzioni musicali come l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, il Mozarteum di Salisburgo, il Palazzo Chigi di Ariccia, il Teatro Piccini di Bari, il Teatro Ghione ed il Teatro di Marcello di Roma, il Teatro la Fenice di Venezia, la Salle Cortot di Parigi, riscotendo sempre grandi consensi di pubblico e critica. Ha partecipato ad importanti manifestazioni musicali come quali il Festival Musicale delle Nazioni di Roma, il Festival di Napoli, il Festival “Omaggio a Massimo Troisi”. Ha registrato per varie emittenti televisive  e inciso due CD per la EMA Records. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed internazionali vincendo il 1° Premio alla quinta edizione del Concorso Nazionale “G. B. Pergolesi” di Napoli, il 1° Premio assoluto alla sesta edizione del Concorso Nazionale “G. B. Pergolesi” di Napoli, il 1° Premio assoluto all’ottava edizione del Concorso di “Motta Santa Anastasia” (Ct), il 2° Premio al  Concorso Nazionale “Città di Albenga”, il 2° Premio alla seconda edizione del Concorso Nazionale “Città di San Ferdinando di Puglia”, il 2° Premio alla prima edizione del Concorso Nazionale “Città di Barletta”, il 3° Premio alla quinta edizione del Concorso Internazionale “Città di Trani”, il 3° Premio alla diciannovesima edizione del premio Rendano di Roma, il 3° Premio al Concorso Nazionale Pianistico” A.M.A. Calabria” di Lamezia Terme e classificandosi finalista alla quarantatreesima edizione del Concorso Nazionale Pianistico “Città di Treviso”. Ha ottenuto il premio speciale al concorso internazionale pianistico di Oslo (Norvegia) per la migliore esecuzione del brano moderno, con la sonata op. 26 di Samuel Barber. Ha seguito vari corsi di perfezionamento pianistici tra cui quelli tenuti dai Maestri Boris Petrushansky, Hector Pell, Nelson Delle Vigne ed altri. Si è diplomato sotto la guida del M° Sergio Perticaroli al Corso di Alto Perfezionamento Pianistico presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in  Roma. È stato assistente del M° Nelson Delle Vigne presso l’Ecole Normale de Musique “Alfred Cortot” di Parigi. Le sue esecuzioni abbracciano un vasto repertorio pianistico che spazia dal barocco al periodo moderno. È stato docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio musicale “Giorgio Federico Ghedini” di Cuneo, il Conservatorio musicale “Giacomo Puccini” di La Spezia, il Conservatorio musicale “Alfredo Casella ” di L’Aquila e il Conservatorio musicale  “Umberto Giordano” di Foggia. Attualmente insegna Pianoforte Principale presso il Conservatorio musicale “Antonio Scontrino” di Trapani.

ENSEMBLE DELL’ASOLO CHAMBER ORCHESTRA

Si è costituita nel 2013 grazie alla passione per la musica barocca, ed in particolare quella veneziana,  che lega i musicisti dell’ensemble. Questo permette al grande pubblico di conoscere ed apprezzare i capolavori di un immenso repertorio cameristico del ‘600 e ‘700. L’ensemble coinvolge alcuni tra i più talentuosi e noti strumentisti:

VALTER FAVERO, pianista e direttore d’orchestra – E’ apprezzato dal pubblico e dalla critica per le sue performance di grande intensità. Raffinato interprete rivela, ad ogni esecuzione, una sensibilità ed eleganza frutto di continua ricerca introspettiva che solo una personalità accorta e travolgente sa esprimere.

GLAUCO BERTAGNIN, violino - Solista di chiara fama internazionale, è degno di essere annoverato tra i maggiori violinisti in Italia. Ogni sua esibizione da sfoggio della grande padronanza tecnica ed espressiva unita ad un’ appassionato vigore interpretativo.

FRANCESCO COMISSO, straordinario violinista, si distingue per purezza formale, metodicità intensa e fluida intrise di eleganza e una tecnica accompagnata da una forza e da un impegno espressivo di altissimo livello.

ENZO LIGRESTI, violino - Dalla singolare bellezza del suono, è apprezzato dal grande pubblico per lo stile rigoroso, accurato e cristallino che denota la sicura padronanza strumentale. L’intensa attività artistica ha sempre riscontrato unanimi apprezzamenti per le sue magnifiche interpretazioni.

SEBASTIANO MARIA VIANELLO, violino - Artista di notevole sensibile, è conosciuto per le sue delicatezze  interpretative.  Un suono caldo, limpido, vibrante e ricco di sfumature timbriche, sostenuto da un temperamento appassionato e incisivo, lo rendono uno straordinario interprete.

SILVESTRO FAVERO, viola -  Si è fatto apprezzare nei più celebri teatri al mondo destando sempre l'ammirazione del pubblico e della critica. Eccezionali  interpretazioni, generose e appassionate, rispecchiano un carattere di prim' ordine per profondità espressiva e sapiente equilibrio.

GIUSEPPE BARUTTI, violoncello - E’ considerato dalla critica tra i più straordinari e prodigiosi violoncellisti nel panorama musicale internazionale grazie alle sue esibizioni energiche,  sorprendenti ed esclusive che denotano una profonda conoscenza dello strumento e delle sue dinamiche.

FRANCESCO FERRARINI, violoncello - Fra i più apprezzati violoncellisti del momento, si distingue per l’eleganza delle sue esecuzioni accompagnate da una tecnica strepitosa e un suono meraviglioso.

PATRIZIA PEDRON, contrabbasso - Grande dedizione, coinvolgente slancio e una forte sensibilità musicale sono le principali caratteristiche della contrabbassista che ha all’attivo numerose esibizioni in ambito orchestrale e cameristico. Svolge un’intensa attività concertistica affiancata dalla passione per il teatro, inteso come strumento rivolto a conoscere, in profondità, le singolari vite di artisti del passato o riscoprire e rivalutare straordinarie donne compositrici. Questo interesse ha concretizzato la messa in scena di “Amore e Follia”, “Monologhi” di Gandolin e “Donne in Musica”: “Mel Bonis: fuori e dentro le righe. Contrabbassista dell’Asolo Chamber Orchestra, è attiva nell’ambito cameristico con il Trio Akedon, il Quintetto Milonga del Angel e il Quartetto@solo. E’ direttore generale di Malipieroconcerti, Festival Internazionale di Musica Classica.

LORETTA FAVERO. Pianista e clavicembalista, si è diplomata con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “B. Marcello” di Venezia sotto la guida del M° F. Bencivenga. Si è perfezionata con il M° Giuranna per la musica da camera. Ha vinto nel 1991 il Concorso nazionale pianistico “Città di Camaiore” e si è classificata tra le prime posizioni in altri concorsi pianistici nazionali.  Ha tenuto una tournèe in Australia, suonando nella prestigiosa Town Hall di Sydney e nei teatri delle città di Melbourne, Griffith e Camberra. Ha vinto il Concorso per titoli ed Esami per il conferimento di Cattedre di pianoforte nei Conservatori di Stato. Ha svolto attività concertistica  come solista,  in varie formazioni cameristiche e come pianista accompagnatrice in diverse città italiane e all’estero, ottenendo lusinghieri consensi di pubblico e critica.

logo fb 1