MALIPIEROCONCERTI

/MALIPIEROCONCERTI
MALIPIEROCONCERTI 2019-08-15T09:00:23+00:00

A BREVE LA NUOVA STAGIONE DI MALIPIEROCONCERTI2020

XXIV EDIZIONE

Presidente Miro Cremasco

Direttore Artistico Valter Favero

Direttore Generale Patrizia Pedron

Segretario Artistico Silvestro Favero

La musica scaccia l’odio da coloro che sono senza amore.
Dà pace a coloro che sono in fermento, consola coloro che piangono.
(Pablo Casals)

PER PRENOTARE I POSTI A SEDERE
inviare una e. mail a:
malipieroasolo@gmail.com oppure un sms a 3394721228 scrivendo il vostro nome e cognome, data del concerto
e numero dei posti da riservare. Tale richiesta, per essere valida, dovrà essere confermata dalla
Segreteria di Malipieroasolo. I posti riservati non sono nominali
e pertanto coloro che hanno riservato potranno prendere posto dove meglio desiderano.
I posti riservati rimarranno tali fino alle ore 20:45.

SABATO 13 APRILE, ORE 21:00
RIESE PIO X – CENTRO CULTURALE CASA RIESE

“CONCERTO DI APERTURA DELLA XXIII EDIZIONE”

ENSEMBLE DELL’ASOLO CHAMBER ORCHESTRA
VALTER FAVERO, direttore e clavicembalista
Carlo LAZARI, violino – Francesco COMISSO, violino – Enzo LIGRESTI, violino
Silvestro FAVERO, viola – Giuseppe BARUTTI, violoncello – Patrizia PEDRON, contrabbasso

Antonio VIVALDI (1678 – 1741) Concerto per Archi RV 121 in Re magg.

Antonio VIVALDI (1678 – 1741) Concerto in MI maggiore RV 265 Op. 3 No. 12
Solista: Enzo LIGRESTI, violino

Giuseppe TARTINI (1692 – 1770) Concerto in La maggiore per violoncello, archi e basso continuo
Solista: Giuseppe BARUTTI, violoncello

G. ROSSINI (1792 – 1868) Un mot à Paganini
Solista: Carlo LAZARI, violino

Henri VIEUXTEMPS (1820 – 1881) Elegia per viola e archi Op. 30
Solista: Silvestro FAVERO, viola

Henryk WIENIAWSKI (1835 – 1880) Polonaise brillante in RE maggiore Op. 21
Solista: Francesco COMISSO, violino

INGRESSO RESPONSABILE
CENTRO CULTURALE CASA RIESE Via Don Gnocchi, 5, 31039 Riese Pio X TV

SABATO 27 APRILE, ORE 21:00
CASTELCUCCO – CHIESA DI SAN GIORGIO
“PER LA FESTA DEL SANTO PATRONO”

ASOLO CHAMBER ORCHESTRA
Direttore Valter FAVERO

Felix MENDELSSOHN-BARTHOLDY (1809 – 1847) Sinfonia No. 10 in SI minore per archi MWV N 10

Camille SAINT-SAËNS (1835 – 1921) Allegro Appassionato Op. 43
Solista: Giuseppe BARUTTI, violoncello

Jules MASSENET (1842 – 1912)Méditation dall’ Opera Thaïs
Solista: Fatlinda THACI, violino

Wolfgang Amadeus MOZART (1756 – 1791) Sinfonia concertante No. 52 in MI bemolle maggiore per violino e viola, K 364
Solisti: Lucio DEGANI, violino – Silvestro FAVERO, viola

INGRESSO RESPONSABILE
CHIESA DI S. GIORGIO Via Chiesa, 20 Castelcucco TV

SABATO 4 MAGGIO, ORE 21:00
ASOLO – PALAZZO BELTRAMINI (MUNICIPIO)

Glauco BERTAGNIN, violino – Valter FAVERO, pianoforte

G. ROSSINI Un mot à Paganini
N. PAGANINI Cantabile
H. WIENIAWSKI Legende
A. DVORÀK Quattro pezzi romantici op. 75
1. Allegro moderato
2. Allegro maestoso
3. Allegro appassionato
4. Larghetto
S. RACHMANINOV Vocalise
P. TCHAIKOVSKI Mèditation Op. 42 No. 1 in Re minore

INGRESSO RESPONSABILE
PALAZZO BELTRAMINI – MUNICIPIO Piazza G. D’Annunzio, 1 Asolo TV

SABATO 11 MAGGIO, ORE 21:00
ASOLO – PALAZZO BELTRAMINI (MUNICIPIO)

 

 

 

Massimo Giuseppe BIANCHI, pianoforte

Franz SCHUBERT (1797 – 1828) Variazioni Huttenbrenner in La minore D 576

Ludwig van BEETHOVEN (1770 – 1827) Sonata in MI bemolle maggiore Op. 18 No. 3 ‘La caccia

Fryderyk CHOPIN (1810 – 1849) Fantasia in FA minore Op. 49

Leopold GODOWSKY (1870 – 1938) Passacaglia, 44 Variazioni, Cadenza e Fuga sul basso iniziale dell’“Incompiuta” di Schubert

INGRESSO RESPONSABILE

PALAZZO BELTRAMINI – MUNICIPIO Piazza G. D’Annunzio, 1 Asolo TV

SABATO 18 MAGGIO, ORE 21:00
ASOLO – PALAZZO BELTRAMINI (MUNICIPIO)

 

“INTEGRALI DELLE SONATE PER VIOLINO E PIANOFORTE DI MOZART” (II CONCERTO)

Carlo LAZARI, violino – Valter FAVERO, pianoforte

Wolfgang Amadeus MOZART (1756 – 1791)

Sonata in SI bemolle maggiore KV 8

Sonata in SOL maggiore KV 9

Sonata in LA maggiore KV 305

Sonata in DO maggiore KV 296

Sonata in RE maggiore KV 306

INGRESSO RESPONSABILE
PALAZZO BELTRAMINI – MUNICIPIO Piazza G. D’Annunzio, 1 Asolo TV

SABATO 25 MAGGIO, ORE 21:00

ASOLO – PALAZZO BELTRAMINI (MUNICIPIO)

 

Enzo LIGRESTI, violino – Carlo LAZARI, violino – Silvestro FAVERO, viola
Giuseppe BARUTTI, violoncello – Valter FAVERO, pianoforte

Wolfgang Amadeus MOZART (1756 – 1791) Quartetto con pianoforte N° 2 in MI bemolle maggiore Op. K 493

Robert SCHUMANN (1810 – 1856) Quintetto in MI bemolle maggiore Op. 44

INGRESSO RESPONSABILE
PALAZZO BELTRAMINI – MUNICIPIO Piazza G. D’Annunzio, 1 Asolo TV

DOMENICA 2 GIUGNO, ORE 21:00

ASOLO – CATTEDRALE

“FESTA DELLA REPUBBLICA ITALIANA”

ASOLO CHAMBER ORCHESTRA
Direttore Valter FAVERO

Robert SCHUMANN (1810 – 1856) Concerto per violoncello e orchestra in La minore Op. 129
Solista: Giuseppe BARUTTI, violoncello

Henryk WIENIAWSKI (1835 – 1880) Legenda
Solista: Glauco BERTAGNIN, violino

Pëtr Il’ič CAJKOVSKIJ (1840 – 1893) Andante cantabile per violoncello e orchestra d’archi
Solista: Silvestro FAVERO, viola

Gustav Theodor HOLST (1874 – 1934) St. Paul’s Suite for String Orchestra Op. 29, No. 2

INGRESSO RESPONSABILE
CATTEDRALE Piazzetta S. Pio X, 192 Asolo TV

SABATO 8 GIUGNO, ORE 21:00
ALTIVOLE – AUDITORIUM “ P. M. FERRARO “

Santo ALBERTINI, armonica a bocca – Edoardo BRUNI, pianoforte

Dmitrij ŠOSTAKOVIČ (1906 – 1975) Valzer No. 2 dalla Suite Jazz No. 2

Francisco TÁRREGA (1852 – 1909) Recuerdos de la Alhambra

Manuel de FALLA (1876 – 1946) Danza Rituale del Fuoco

Ennio MORRICONE (1928) Gabriel’s Oboe – C’era una volta il West

Ernesto LECUONA y Casado (1895 – 1963) Malagueña

Fryderyk CHOPIN (1810 – 1849) Preludio op. 45

Astor PIAZZOLLA (1921 – 1992) Oblivion

Edoardo BRUNI (1975) Ninna Nanna di Alice – Tango di Alice

George GERSHWIN (1898 – 1937) Summertime – The man I love

Aram Il’ič CHAČATURJAN (1903 – 1978) Danza delle Spade

INGRESSO LIBERO
AUDITORIUM “P. M. FERRARO” Via Roma, 23 Altivole TV

SABATO 15 GIUGNO, ORE 21:00
PEDEROBBA (LOC. ONIGO)-MUNICIPIO

DUO PIANISTICO
Andrea TURINI – Maria Grazia PETRALI

Franz SCHUBERT (1797 – 1828) Allegro in LA minore ‘Lebensstürme’ D947

Franz LISZT (1811 – 1886) Les Préludes Poema sinfonico No. 1

Sergej RACHMANINOFF (1873 – 1943) Six morceaux Op. 11
1. Barcarolle 2. Scherzo 3. Russian theme 4. Valse 5. Romance 6. Slava

INGRESSO LIBERO
MUNICIPIO Piazza Case Rosse, 14 Onigo di Pederobba TV

SABATO 22 GIUGNO, ORE 21:00
FONTE – CHIESA DI S. PIETRO

ENSEMBLE DELL’ASOLO CHAMBER ORCHESTRA
Valter FAVERO, direttore

Glauco BERTAGNIN, violino – Carlo LAZARI, violino – Enzo LIGRESTI, violino -Silvestro FAVERO, viola

Francesco FERRARINI, violoncello – Patrizia PEDRON, contrabbasso

Roberto LOREGGIAN, clavicembalo

Johann Sebastian BACH (1685 – 1750) Concerto in MI maggiore per violino e orchestra BWV 1042
Solista: Carlo LAZARI, violino

Giuseppe TARTINI (1692 – 1770) Concerto D 96
Solista: Glauco BERTAGNIN, violino

Niccolò PAGANINI (1782 – 1840) Sonata per la Grand Viola DO minore, MS 70
Solista: Silvestro FAVERO, viola

Niccolò PAGANINI (1782 – 1840) Introduzioni e Variazioni su “Dal Tuo Stellato Soglio” dal Mosè In Egitto
Solista: Francesco FERRARINI, violoncello

INGRESSO RESPONSABILE
CHIESA DI S. PIETRO Piazza S. Pietro, 8 Fonte Alto TV

SABATO 29 GIUGNO, ORE 21:00
CASTELCUCCO – CHIESETTA DI S. LUCIA

“INTEGRALI DELLE SONATE PER VIOLINO E PIANOFORTE DI MOZART” (III CONCERTO)
Carlo LAZARI, violino – Valter FAVERO, pianoforte

Wolfgang Amadeus MOZART (1756 – 1791)

Sonata in MI bemolle maggiore KV 26

Sonata in SOL maggiore KV 27

Sonata in FA maggiore KV 377

Sonata in SI bemolle maggiore KV 378

Sonata in SOL maggiore KV 379

INGRESSO RESPONSABILE
CHIESETTA DI S. LUCIA Via S. Lucia Castelcucco TV

SABATO 6 LUGLIO, ORE 21:00
CASTELCUCCO – CHIESETTA DI S. LUCIA

Fatlinda TACHI, violino – Valter FAVERO, pianoforte

Ludwig van BEETHOVEN (1770 – 1827) Sonata in FA maggiore No. 5 Op. 24 “Primavera”

Ludwig van BEETHOVEN (1770 – 1827) Romanza No. 2 in FA maggiore Op. 50

Edvard Hagerup GRIEG (1843 – 1907) Sonata No. 3 in DO minore Op. 45

INGRESSO RESPONSABILE
CHIESETTA DI S. LUCIA Via S. Lucia Castelcucco TV

SABATO 13 LUGLIO, ORE 21:00
CASTELCUCCO – CHIESETTA DI S. LUCIA

Myriam DAL DON, violino – Valter FAVERO, pianoforte

Arcangelo CORELLI (1653-1713) La Follia in RE minore Op. 5 No. 12 Tema e Variazioni

Claude DEBUSSY (1862 – 1918) Sonata No. 3 in SOL minore per violino e pianoforte, L 148

César FRANCK (1822 – 1890) Sonata in La maggiore

INGRESSO RESPONSABILE
CHIESETTA DI S. LUCIA Via S. Lucia Castelcucco TV

SABATO 20 LUGLIO, ORE 21:00
CAVASO DEL TOMBA – LOGGIA DI VILLA PREMOLI

ENSEMBLE DELL’ASOLO CHAMBER ORCHESTRA
Valter FAVERO, direttore e clavicembalista
Enrico Maria BASSAN, clarinetto – Lucio DEGANI, violino – Antonella DEFRENZA, violino – Francesco BORALI, violino
Silvestro FAVERO, viola – Giuseppe BARUTTI, violoncello – Patrizia PEDRON, contrabbasso

Antonio VIVALDI (1678 – 1741) Concerto in SOL minore per archi e basso continuo, RV 156

Giovanni Benedetto PLATTI (1697 – 1763) Concerto in Do minore per violoncello, archi e basso continuo
Solista: Giuseppe BARUTTI, violoncello

Niccolò PAGANINI (1782 – 1840)Le streghe, Op. 8
Variazioni in re maggiore su tema tratto dal balletto Il noce di Benevento di Franz Xaver Süssmayr
Solista: Francesco BORALI, violino

Antonio BAZZINI (1818 – 1897) Fantasia su “La traviata di G. Verdi”
Solista: Lucio DEGANI, violino

Gioachino ROSSINI (1792 – 1868) Introduzione, Tema e Variazioni in MI bemolle maggiore
Solista: Enrico Maria BASSAN, clarinetto

INGRESSO RESPONSABILE
VILLA PREMOLI Via Obledo, 12 Caniezza di Cavaso del Tomba TV

ASOLO – CATTEDRALE SABATO 27 LUGLIO, ORE 21:00

“CONCERTO DI CHIUSURA DELLA XXIII EDIZIONE”

ASOLO CHAMBER ORCHESTRA
Direttore Valter FAVERO

Antonio VIVALDI (1678 – 1741)
Concerto “Per la Solennità di San Lorenzo” in FA maggiore RV 286
Solista: Glauco BERTAGNIN, violino

Georg Friedrich HAENDEL (1685 – 1759)
Passacaglia
Solisti: Enzo LIGRESTI, violino – Francesco FERRARINI, violoncello

Antonio VIVALDI (1678 – 1741)
Da “Il cimento dell’armonia e dell’ inventione”: Le quattro stagioni per Violino, Archi & Basso Continuo
Concerto in Mi maggiore ‘Primavera’, Op. 8 No. 1, RV 269
Concerto in Sol minore ‘Estate’, Op. 8 No. 2, RV 315
Concerto in Fa maggiore ‘Autunno’, Op. 8 No. 3, RV 293
Concerto in Fa minore ‘Inverno’, Op. 8 No. 4, RV 297
Solista: Myriam DAL DON, violino

INGRESSO RESPONSABILE
CATTEDRALE Piazzetta S. Pio X, 192 Asolo TV

♪ ASOLO CHAMBER ORCHESTRA
L’Asolo Chamber Orchestra è il risultato di un’intesa artistica tra i migliori talenti musicali cresciuti in questi anni attorno al Festival Internazionale di Musica Classica Malipieroconcerti. Diretta dal M° Valter Favero, la formazione ha effettuato numerosi concerti suscitando interesse e grande successo di pubblico e di critica per la verve esecutiva e l’alternanza di apprezzati solisti. L’Asolo Chamber Orchestra affronta con notevole flessibilità il repertorio dal ‘700 al ‘900, distinguendosi di conseguenza per una particolare duttilità sul piano artistico-interpretativo, come rilevato da tutti gli interpreti e i direttori d’orchestra che con essa hanno collaborato. Protagonista nel mondo della musica classica l’Orchestra non ha mancato di accostarsi anche al repertorio Jazzistico, alle canzoni Napoletane, ai Tanghi argentini. Nel corso della sua attività in ambito nazionale e internazionale è stata ospite di prestigiosi Enti e Associazioni concertistiche collaborando con artisti di fama internazionale. Inoltre, in seno all’Orchestra, sono attive diverse formazioni cameristiche (l’Ensamble dell’Asolo Chamber Orchestra, Akedon Quintet, Asolo Baroque Ensemble, Trio di Asolo, Quartetto Milonga del Angel), mirando ad un affiatamento ed a una sinergia musicale e strumentale sempre maggiore. L’ Orchestra ha effettuato numerose registrazioni e partecipazioni a trasmissioni RAI e Mediaset.

♪ Valter FAVERO, direttore d’orchestra e pianista
Ha conseguito il diploma in pianoforte presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto, sotto la guida del M° Massimo Somenzi, con il massimo dei voti e la lode. Si è perfezionato con il M° Pier Narciso Masi per il pianoforte e frequentato inoltre il corso di musica da camera istituito dall’Accademia Pianistica di Imola e tenuto dai pianisti Dario De Rosa e Mauren Jones. Determinante, per la sua formazione artistica, l’incontro con il grande pianista e didatta Aldo Ciccolini. Svolge attività concertistica sia come solista che in formazioni cameristiche, invitato da prestigiose Associazioni ed Enti concertistici di Milano, Venezia, Torino, Firenze, Padova, Bergamo, Genova, Bari, Messina, Bologna, si è esibito in prestigiose sale da concerto quali la Town Hall di Sydney, “Chapelle Historique du Bon-Pasteur” di Montreal, Centrepoint di Ottawa, Casa della Cultura di Sofia, Hardotèneti Muzeum di Budapest, Wagner Zale di Riga, Monestier De Sant Pere a Camprodon in Spagna per il XXII Festival Isaac Albèniz, Biblioteca de Catalunya a Barcellona, Teatro Laz Rosas de Madrid, Französische Kirche di Potsdam, Rocca Sforzesca di Imola, Ateneo Veneto di Venezia, Teatro degli Industri di Grosseto, Palazzo Siotto di Cagliari, Teatro Alighieri di Ravenna, Teatro Kursaal di Bari, Teatro Bibiena di Mantova. Ha diretto e suonato come solista con numerose orchestre ed è attualmente direttore dell’Asolo Chamber Orchestra. E’ direttore dell’Istituto Musicale G.F. Malipiero di Asolo dal 1992, direttore artistico del Festival Internazionale di Musica Malipieroconcerti ed è docente presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto.

♪ Enzo LIGRESTI, violino
Si è diplomato nel 1989 al Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia sotto la guida di Aldo Nardo con il massimo dei voti. Nel 1991 ha conseguito, presso l’Accademia Internazionale Superiore di Musica di Biella, il relativo diploma sotto la guida di Corrado Romano con esito di “Eccellente con menzione speciale”. Successivamente sempre con Corrado Romano ha frequentato il Conservatorio di Ginevra e nel 1994 si aggiudica il Primo Premio di “Virtuosité” con menzione speciale, il “Prix Henry Stern” e il “Prix Maggy Brettmayer”. Successivamente si è perfezionato con Giuliano Carmignola e ha frequentato l’Accademia “Stauffer” di Cremona con Salvatore Accardo. E’ stato premiato in numerosi concorsi: “Lorenzo Perosi”, “Ada Dal Zoppo”, “A. M. A. Calabria”, “Rovere d’Oro”, “G. B. Pergolesi”, “Città di Vittorio Veneto”, “Andrea Postacchini”, “Valsesia Musica 2000”. Ha collaborato con l’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino di Firenze in qualità di spalla dei secondi violini. L’artista ha effettuato diverse registrazioni discografiche, collaborando anche con il Maestro Aldo Ciccolini, alcune delle quali prime registrazioni mondiali. Inoltre dicono di lui: – “…Enzo Ligresti si è subito imposto alla mia attenzione per le sue non comuni doti di musicista e di virtuoso…La sua esperienza derivata dalla assidua attività concertistica ne fanno un musicista completo” Aldo Ciccolini; – “Le esecuzioni di Enzo Ligresti si sono sempre dimostrate di altissimo livello tecnico e artistico” Claudio Scimone. Docente di violino presso il Conservatorio di Novara. Ha svolto intensa attività concertistica come solista e in formazioni cameristiche (Duo-Trio e Quartetto) in Italia e all’estero (Messico, Germania, Lussemburgo, Belgio, Francia, Austria, Singapore, Thailandia, Malesia, Corea, Cina, Stati Uniti, Canada, Egitto, India, Giappone, Svizzera e altri ancora) sempre con grande consenso di pubblico è stampa. E’ membro dell’orchestra dei “Solisti Veneti”, con cui ha svolto intensa attività concertistica.

♪ Giuseppe BARUTTI, violoncello
Violoncellista veneziano tra i più talentuosi e raffinati interpreti italiani, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia sotto la guida del M° Adriano Vendramelli. Ha svolto un’intensa attività cameristica a fianco di musicisti quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Dejan Bogdanovich, Kostantin Bogino, Pavel Vernikov, Bruno Canino, Roni Rogoff, Alain Meunier e Rocco Filippini, suonando nei festival più prestigiosi del mondo. Per il Gran Teatro “La Fenice” di Venezia ha inciso l’integrale della musica da camera di Johannes Brahms, riscuotendo un considerevole successo di pubblico e critica. Ha ricoperto inoltre il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano e, a soli ventuno anni, nell’ Orchestra del Gran Teatro la Fenice di Venezia. Fondamentali nella sua formazione sono stati gli incontri e l’intimo rapporto artistico avuti in gioventù con il grande direttore Sergiu Celibidache e con il violoncellista del Quartetto Italiano Franco Rossi: il primo per l’approccio fenomenologico alla musica fondato sostanzialmente sull’importanza della struttura e il secondo per il culto del suono. Dal 2001 è, assieme a Gianantonio Viero, Primo Violoncello dell’orchestra da camera “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone. Con questa formazione ha suonato come solista nelle sale più prestigiose del mondo come il Wiener Muiskverein, la Philarmonie di Berlino, il Teatro alla Scala di Milano, la Salle Gaveau di Parigi, la Sala Simon Bolivar e il Teatro Teresa Carreno di Caracas, il Teatro Nazionale di Riga, il Teatro dell’Opera di Praga, la Tokio Suntory Hall, la Tokio Opera Hall, la Gulbekian Musichall di Lisbona, Center of Performing Tel Aviv, il JerusalemTheatre.

♪ Francesco COMISSO, violino
Diplomatosi presso il conservatorio di Venezia sotto la guida del Prof. Bonzagni in seguito ottiene con il massimo dei voti il titolo accademico di “Konzertdiplom” presso la Musikhochschüle di Amburgo nella classe del Prof. Röhn. Dal 2003 ricopre il ruolo di Concertino dei Primi Violini de “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone, suonando, anche in veste di solista nelle sale più prestigiose (Wiener Muiskverein, Teatro alla Scala, Salle Pleyel di Parigi, Tokio Suntory Hall, Tokio Opera Hall, la Philarmonie di Berlino, Gulbekian Musichall di Lisbona, Center of Performing Tel Aviv, National Theather di Pechino, Jerusalem Theater,, ecc..) e nei Festival più importanti del mondo. In campo orchestrale ha collaborato in qualità di Primo Violino di Spalla con l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Filarmonia Veneta, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana ed in qualità di Concertino dei Primi e Spalla dei secondi con l’Orchestra del Teatro alla Fenice di Venezia e l’Orchestra dell’Arena di Verona. Ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Alla Scala di Milano, la Filarmonica della Scala e l’Orchestra Nazionale RAI di Torino suonando sotto la direzione di direttori quali Barenboim, Bichkov, Chung, Gatti, Chailly, Harding. Premiato in concorsi nazionali ed internazionali ha suonato, in contesti cameristici, a fianco di musicisti quali, Vernikov, Mendelssohn, Tchakerjan, Rossi, Masi, Brunello, Lucchesini. Il suo violino è un Don Nicola Amati del XVIII° secolo.

♪ Silvestro FAVERO, viola
Ha conseguito il diploma in viola presso il Conservatorio di Musica “C. Pollini” di Padova sotto la guida del Maestri Fabrizio Scalabrin e Dino Asciolla con il quale ha studiato dal 1991. Nel 1994 e nel 1995 si è perfezionato presso l’Accademia W. Stauffer di Cremona sotto la guida del M° Bruno Giuranna ed ha partecipato ai corsi di perfezionamento tenuti dai Maestri Fedor Drhzinin e Wolfram Christ. Nel 1997 si è ulteriormente perfezionato ottendendo il Master Degree a Sydney nel 1997 sotto la guida del M° Wolfram Christ, della Prof.sse Ester van Strallen e Susan Blake presso il Sydney Conservatorium. Si è inoltre perfezionato con i M. Piero Farulli, Milan Skampa, Dario de Rosa e Alexander Lonquic e Pier Narciso Masi. Si aggiudica il I premio nel Concorso Nazionale Strumenti ad Arco “Città di Genova” nel 1990 e consegue il I premio – categoria Viola, nelle edizioni del Concorso Città di Vittorio del 1988 e nel 1994. Nel 1998 è stato scelto dal M° Claudio Abbado per ricoprire il ruolo di Prima Viola della Gustav Mahler Jungendorchester. Ha collaborato con artisti quali L. Spierer, M. Brunello, K. Bogino, D. Bogdanovic, M. Palumbo, S. Mullai, S. Zumbrosky, Piero Toso, E.van Strallen, G. Carmiglnola, Pavel Vernikov, Dejan Bogdanovich,. In qualità di Prima Viola ha collaborato con le seguenti orchestre nazionali ed internazionali; Orchestra della Fondazione Gran Teatro La Fenice, Orchestra della Fondazione Arena di Verona, Gustav Mahler Jungendorchester, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, Orchestra Verdi di Milano, United Europe Chamber Orchestra, Orquestre Sinfonica della Galicia, Orchestra della Fondazione Teatro Comunale di Bologna. Dal 1998 collabora stabilmente con l’Orchestra “I Solisti Veneti”. E’ docente presso il Conservatorio “ J. Tomadini” di Udine.

♪ Glauco BERTAGNIN, violino
Nato a Padova dove ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “C. Pollini” diplomandosi con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del Maestro P. Juvarra. Dal 1978 al 1986 si è perfezionato al Conservatorio di Ginevra con il Maestro C. Romano, ottenendo il diploma di virtuositeè con menzione speciale d’onore. Ha partecipato a diverse rassegne e concorsi dove ha ottenuto premi e riconoscimenti (Vittorio Veneto, Pescara, Cesena, Città di Castello). Svolge un’ intensa attività cameristica in formazioni di vario genere, dal duo all’orchestra d’archi. Dal 1980 è altro primo violino solista dei “Solisti Veneti” con i quali ha preso parte a concerti per i più importanti festivals e nelle più importanti sale da concerto (Salisburgo, Edimburgo, Carnegie Hall, Bunka Kaikan Tokyio). Con “I Solisti Veneti” ha inoltre inciso numerosi dischi anche in veste di solista (Estro armonico di Vivaldi) e registrato per molte radio e televisioni in tutto il mondo. Insegna violino presso il Conservatorio di Padova. Suona un violino Guadagnini del 1803.

♪ Lucio DEGANI, violino
Ha intrapreso lo studio del violino all’età di 12 anni, diplomandosi con il massimo dei voti al Conservatorio “L.Cherubini” di Firenze sotto la guida del M° Renato Zanettovich, frequentando quindi i corsi di musica da camera e quartetto tenuti dai maestri Zanettovich, De Rosa e Farulli presso la Scuola di Musica di Fiesole. Si è perfezionato con la violinista russa Zinaida Gilels. Premiato in vari concorsi nazionali ed internazionali, ha intrapreso un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero sia come solista sia in formazioni cameristiche. Ha collaborato come violino di spalla e solista con diverse orchestre, tra le quali l’Orchestra Giovanile Italiana, l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna, l’Orchestra Sinfonica del FVG, l’Orchestra della Radio di Lubiana ecc. suonando sotto la direzione di illustri direttori, come Bertini, Maazel, Maag, Muti, Sinopoli, Thielemann, Rostropovich, ecc. Dal 1986 collabora con l’orchestra da camera “I Solisti Veneti” diretti dal M° Claudio Scimone, formazione nella quale dal 2000 ricopre il ruolo di violino principale e con la quale si è esibito anche in qualità di solista nei più importanti teatri e sale da concerto del mondo (Lincoln Center di New York, Suntory Hall di Tokyo, Musikverein di Vienna, Mozarteum di Salisburgo, Schauspielhaus di Berlino, La Scala di Milano, l’ Opéra e Salle Pleyel di Parigi, la sala del Conservatorio Tchajkovskij di Mosca ecc.), Ha preso parte a numerose registrazioni discografiche in veste solistica per Erato, RCA, RCA Victor, Philips, EMI nipponica, Rivoalto, Warner Fonit, Real Sound. Ha effettuato altresì molte registrazioni televisive e radiofoniche per la BBC, RAI, RAI TRADE, ORF, Radio France ecc.. Suona un violino Girolamo Amati II del 1734.

♪ Fatlinda THACI, violino
Nata a Tirana (Albania) inizia prestissimo lo studio del violino sotto la guida del M° Papavrami e, in seguito, con il M° Fundo. Nel 1991 vince la borsa di studio del Conservatorio di Milano sotto la guida del M° Oliveti. Nel 1993 vince il 1° Premio al Concorso Internaziondi Tortona con il pianista Grid Rroji in categoria solisti. Nel 1994 frequenta il corso del M° Accardo presso l’Accademia Musicale di Cremona. Nel 1996 segue il corso di musica da camera presso l’Accademia Chigiana sotto la guida del M° Brengola. Nel 1995 si diploma brillantemente presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Nel 2000 vince il 1°Premio assoluto del Concorso di Musica da Camera di Grosseto con la pianista Elda Laro. Nel 1994 svolge un’intensa attività quartettistica ottenendo ottimi risultati in concorsi internazionali e recital. L’anno successivo si esibisce in formazioni cameristiche e come solista, esibendosi in diversi paesi europei come: Austria, Francia, Svizzera, Spagna e Italia. Tra il 1996 e il 1999 è primo violino di spalla dell’Orchestra Sinfonica di Milano “G.Verdi” e collabora con direttori quali Muti, Pretre, Sado, Yurowsky, Chailly, Giulini. Nel 1999, per scelta del M°C. M. Giulini e del M° R. Chailly, la rivista “AMADEUS” le attribuisce un importante riconoscimento per le sue qualità musicali e per la serietà del suo lavoro. Il direttore stabile Alun Francis disse di lei: “Le sue frasi e la sua musicalità sono superbi e l’intonazione perfetta.”. Dal gennaio 2000 collabora con l’Orchestra da Camera Italiana sotto la direzione del Maestro Accardo. Da gennaio 2001 collabora come primo violino di spalla con l’Orchestra “Milano Classica”. Dall’ottobre 2003 collabora con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, esibendosi come primo violino nella stagione Concertistica. Collabora con l’orchestra UECO come spalla e violino solista in sala Verdi di Milano. Dal 2008 copre il ruolo di primo violino di spalla dell’ Orchestra de I Pomeriggi di Milano, diretta dal M°Antonello Manacorda.

♪ Francesco BORALI, violino
Celebre didatta, insignito del premio nel 2014 dal Carnegie Hall di New York del Diploma of Recognition, tenendo l’anno successivo un Masterclass presso l’Accademia estiva “Villa Bernocchi” a Premeno. Nel 2017 due allievi vincono il Primo premio International Music Competition ‘London’ Grand Prize Virtuoso 2017. Ha inaugurato le Olimpiadi invernali di Sci Nordico in Val di Fiemme con il quartetto “Linda” e partecipato al “Gran Galà” presso il Teatro Donizzetti di Bergamo con Maria Teresa Ruta (2014). Invitato al Festival “PianoPiù” si è prodotto in Trio con successo di pubblico e di critica. Numerosi i concerti con la Metropolitan Milano Orchestra in qualità di Konzertmaister, di solista e direttore con artisti quali Gigi Proietti, Elio, Michael Bublè. Nato a Milano, si è diplomato all’età di 18 anni presso il Conservatorio “G. Verdi” della sua città sotto la guida di Wanda Luzzato perfezionandosi poi con i maestri Vegh, Gradow, Gulli e Brengola presso l’ Accademia Chigiana di Siena. Ha frequentato inoltre il corso di “Virtuosité” presso il Conservatorio di Winterthur, sotto la guida di A. Piraccini Stuki, conseguendo il Solisten Diplom nel 1992. Si è distinto, ottenendo il primo premio assoluto, in numerosi concorsi nazionali ed internazionali (“Città di Genova”, “Premio F.Shubert” di Moncalieri, “Festival Internacional” di Murcia, Spagna). Si è esibito come solista con l’ “Orchestra Sinfonica di Winterthur”, l’ “Ensemble Giovanile Ambrosiano”, l’ “Ensemble Della Piccola di Londra”, l’ “Orchestra della Gioventù musicale” di Vicenza, l’ “Orchestra da Camera di Ferrara”, eseguendo i concerti di Kachaturian, Mendelsshon, Petrassi, Vivaldi, Mozart. Ha svolto attività concertistica solistica e orchestrale in varie città, tra cui Praga, Budapest, Londra, Winterthur, Madrid, Barcellona, Parigi, Roma, Firenze, Messina. Ha collaborato come Primo Violino di Spalla con l’Orchestra da Camera Stradivari diretta dal M. Gatti, con “I Pomeriggi Musicali”, con l’Orchestra della RAI di Milano, con la “Piccola Sinfonica” di Milano, con l’Orchestra Sinfonica di Milano “G.Verdi”, con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana e con l’Orchestra Sinfonica di Savona. Ha suonato con direttori di chiara fama tra cui Francis, Chailly, Muti, Bertini, Gatti, Prêtre, Giulini, Sawallisch. Nel 2003 ha conseguito il Diploma di Direzione d’Orchestra presso l’Accademia Internazionale della Musica di Pescara, sotto la guida del M°Renzetti. Dal 2001 è membro de “I Solisti Veneti” con i quali si esibisce nei teatri più celebri d’Europa, America, Australia e Giappone. Collabora con l’Orchestra Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano. Dal 2013 è Konzertmaister della “Milano Metropolitan Orchestra”. Suona un Violino Poggi del 1982.

♪ Massimo Giuseppe BIANCHI, pianoforte
Ad una solida formazione nel solco dei grandi maestri, quali Bruno Canino e György Ligeti, che hanno contribuito a perfezionarne lo stile ed il talento, Massimo Giuseppe Bianchi ha affiancato la carriera musicale ed i propri eclettici interessi per la filosofia, la letteratura e la poesia. Attento divulgatore in ambito radiofonico, curatore di seminari di approfondimento musicale, direttore artistico di varie stagioni musicali, tra le quali Musica a Villa Durio, presso Varallo (Vc). Pianista con all’attivo un copioso numero di album, tra i quali ricordiamo Castelnuovo-Tedesco: Piano Quintets 1 e 2 con Aron Quartet (CPO) e Around Bach (2016) per Decca. Nei suoi concerti affronta spesso opere di rara esecuzione e notevole impegno virtuosistico, dalle Variazioni Goldberg alla Sonata di Jean Barraquè. Ha eseguito più volte il ciclo completo delle trascrizioni per pianoforte delle nove Sinfonie di Beethoven realizzate da Franz Liszt oltre a numerosi lavori a lui dedicati. Si è esibito in sedi prestigiose, ospite di importanti istituzioni, tra cui: Parco della Musica di Roma, Fondazione La Società dei Concerti di Milano, Società del Quartetto e Viotti Festival di Vercelli, “Settembre Musica” di Torino, La Verdi di Milano, Note al Museo di Firenze, Alba Music Festival, Haller Bach Tage di Halle (Germania), Schloss Laudon kammermusikfestival di Vienna, Accademia Filarmonica Romana, I Concerti del Quirinale di Rai Radio 3, Columbia University (NYC). Ha suonato in diretta su Rai Radio 3 (La Stanza della musica) e sulla Radio della Svizzera Italiana. Per la stessa rete radiofonica partecipato come ospite a un ciclo del noto programma di cultura religiosa Uomini e Profeti. E’ ospite della RTSI Rete 2 nella trasmissione musicale Jukebox 900, per la quale ha recentemente registrato un ciclo di puntate. Tra le numerose collaborazioni ricordiamo, in ambito cameristico, quelle con Aron Quartett, Antonio Ballista, Bruno Canino, Francesca Dego, Jack Liebeck, Domenico Nordio, in ambito jazzistico, Louis Sclavis, Paolo Damiani ed Enrico Pierannunzi. Profondo conoscitore del Novecento musicale, ha registrato per l’etichetta Naxos un ciclo di dischi dedicati a musiche di Ghedini, Respighi e Pick- Mangiagalli. Ha curato edizioni critiche di opere di Respighi, Carpi e Castelnuovo-Tedesco per gli editori di settore Suvini Zerboni e Curci.

♪ Carlo LAZARI, violino
Veneziano classe 1962, inizia giovanissimo lo studio del violino con il violinista e tenore Emilio Cristinelli e conseguita la maturità scientifica si diploma in violino nel 1984 col massimo dei voti al Conservatorio di Venezia sotto la guida di Renato Zanettovich, continuando in seguito lo studio del repertorio violinistico all’Accademia Stauffer di Cremona con Salvatore Accardo ed alla Scuola di Musica di Fiesole con Stefan Gheorghiu; ha inoltre preso parte a masterclass tenuti da Franco Gulli ed Henryk Szering presso l’Accademia Chigiana di Siena e Nathan Milstein al Muraltengut di Zurigo. Premiato dalle giurie di molte rassegne violinistiche nazionali ha ottenuto il 2° premio (1°non assegnato) al IX° Concorso Internazionale di violino “A.Curci” di Napoli. Suona stabilmente dal 1981 con l'”Ex Novo Ensemble” di Venezia prendendo parte in tutte le numerose tournée ed incisioni discografiche per Dynamic, Ricordi, Stradivarius, AS Disc e Giulia Records, con programmi monografici di C.Ambrosini, L.Berio, F.Busoni, E. Casale, M.Dall’Ongaro, G.Donizetti, B.Maderna, G.F.Malipiero, G.Rossini, A.Schoenberg, F.Schubert, G.Sgambati, C.Togni, E.Wolf-Ferrari, nonchè opere di A.Casella, I.Pizzetti e N.Rota. E’ primo violino del quartetto d’archi “Ex Novo”. Sul versante filologico, come violinista barocco collabora coll’ ensemble “L’Arte dell’Arco”. E’ membro del complesso “I Solisti Filarmonici Italiani” con il quale incide per “Denon” ed effettua tourneé in tutto il mondo. Suona un violino costruito a Mirecourt da Didier Nicolas nei primi anni dell’800, ed è docente di violino presso il Conservatorio di Musica “A.Buzzolla” di Adria.

♪ AKEDON QUINTET
ENZO LIGRESTI, violinista dalla singolare bellezza del suono, è apprezzato dal grande pubblico per lo stile rigoroso, accurato e cristallino. CARLO LAZARI, straordinario violinista, si distingue per purezza formale, eleganza, capacità tecniche notevoli. Il violista SILVESTRO FAVERO è stimato per le sue eccezionali interpretazioni, generose e appassionate. GIUSEPPE BARUTTI è considerato dalla critica tra i più straordinari e prodigiosi violoncellisti nel panorama musicale internazionale. VALTER FAVERO, raffinato interprete, rivela, ad ogni coinvolgente esecuzione, una grande sensibilità ed eleganza.

♪ Il DUO ALBERTINI – BRUNI inizia la sua attività nel 1996 dapprima esibendosi a fianco del Trio Palbert e dell’armonicista di diatonica tradizionale Mario Gomez. Insieme realizzano una serie di concerti improntati alla divulgazione e conoscenza dello strumento Armonica a bocca nelle sue qualità, caratteristiche e peculiarità. Nel ’98 il duo tiene il suo primo concerto come formazione specifica l’11 agosto presso le Terme di Roncegno, da allora l’attività è in continua espansione. Santo ALBERTINI, armonica a bocca – Nato a Trento nel 1938, ha intrapreso lo studio dell’armonica a bocca presso la Scuola del M° Anzaghi di Milano, dapprima con il prof. L. Armellini a Bolzano ed in seguito direttamente a Milano con il fondatore e direttore della Scuola M° Luigi Oreste Anzaghi, autore dei più prestigiosi metodi per armonica a bocca a livello mondiale. Dopo gli studi si è ulteriormente perfezionato con ricerche, approfondimenti e contatti con altri importanti esecutori dello strumento, elaborando una propria tecnica interpretativa connessa ad una attività concertistica a livello nazionale ed internazionale, che gli ha permesso di ottenere importanti affermazioni e riconoscimenti in manifestazioni, concerti e concorsi in Italia e all’estero. E’ stato direttore, arrangiatore e armonica solista del celebre “Trio Palbert”, che concluse la propria lunga ed apprezzata carriera nel 2006 per il decesso degli altri due componenti del Trio. E’ Presidente dell’Associazione “Amici dell’Armonica a bocca” di Trento nel cui ambito svolge una attività diretta a promuovere la conoscenza e la divulgazione dello strumento con l’organizzazione di Corsi, Concerti, Meeting ecc… Da dieci anni è impegnato a livello nazionale ed internazionale in una feconda attività concertistica in duo con il pianista Edoardo Bruni, esibendosi sempre più spesso e con successo in questa formazione, in Italia (Roma, Milano, Spoleto, Taranto, Ragusa, Padova, Abano Terme, Bologna, Merano, Trento…), all’ estero (Parigi, Heidelberg) e suonando per radio RAI. Ha inciso CD sia col “Trio” che con il “Duo”. Edoardo BRUNI, pianoforte – Nato a Trento nel 1975, si è diplomato in pianoforte nel 1996 presso il Conservatorio di Trento (prof. Giese) e nel 2000 presso il Conservatorio di Rotterdam (M° Delle Vigne), sempre con il massimo dei voti. Ha inoltre seguito Masterclass con i Maestri Mezzena, Tropp, Delle Vigne-Fabbri, Bikis, Cohen, Berman, Schiff, Margarius. È stato premiato in numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Si è esibito in oltre cento concerti, in Italia ed all’estero (Parigi, Salisburgo, Praga, Ljubljana, Lisbona, Dresda, Rotterdam, Duisburg…. Ha suonato come solista con l’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento e con l’Orchestra S. Pio V di Roma, ha tenuto diverse conferenze-concerto (Università di Sassari, Società Filarmonica di Trento…), ha inciso in CD le Variazioni Goldberg di Bach, ha suonato per Radio RAI. Nel 2000 si è diplomato in composizione con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Trento, dove ha studiato con i Maestri Franceschini, Galante, Colazzo. Nell’estate 1996 ha studiato con il M° Mullenbach presso il Mozarteum di Salisburgo. Nel 1998 ha vinto il I Premio di Composizione al Concorso “Lions Club-Trento”. Nel 1999 gli è stato commissionato un lavoro dal Cantiere Internazionale d’Arte di Montepulciano, nel 2003 dalla Scuola Musicale delle Giudicarie. Nel 2000 sue composizioni sono state eseguite dall’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento. Nel 2002 ha conseguito la laurea in Filosofia presso l’Università di Padova con il massimo dei voti e la lode. Ha in seguito vinto un dottorato di ricerca triennale (2002-2005) in Scienze della Musica presso l’Università di Trento e di Parigi (Sorbona).

♪ Maria Grazia PETRALI, pianoforte
Diplomata al Conservatorio “G. Verdi “di Milano sotto la guida della Prof.ssa Edda Ponti, ha poi frequentato il corso di specializzazione triennale con il M° Paolo Bordoni presso l’Accademia Musicale Pescarese laureandosi con il massimo dei voti. Ha preso parte a vari corsi di perfezionamento in musica da camera con i Maestri: R. Brengola all’Accademia Chigiana, Felix Ayo a Umbertide, B. Giuranna al Festival di Gubbio, con P. Badura Skoda a Biella, con P. Narciso Masi a Imola, e con il duetto Gulli-Cavallo a Reggio Emilia. Ha suonato per diversi anni in un duo di pianoforti con Andrea Turini e si è specializzata a Roma con K. Bogino e B. Rigutto. Nel 2009 ha conseguito la laurea in pianoforte con il massimo dei voti e la menzione d’onore all’Istituto Vittadini di Pavia. È stata premiata in varie competizioni pianistiche nazionali ed internazionali sia come solista che in ensamble da camera. Si è esibita in numerose sale e teatri prestigiosi sia in Italia che all’estero (tra cui Kostanz, Praga, Amsterdam, Salisburgo e Porto) collaborando, tra gli altri, con l’Orchestra A. Toscanini di Parma, l’Orchestra della radio svizzero-italiana e con l’Opera Teatro Balletto a Roma insieme a Carla Fracci. E’ docente presso il Conservatorio “G. Nicolini” di Piacenza.

♪ Andrea TURINI, pianoforte
Ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio di Musica “ A. Boito” di Parma, dove si è diplomato in pianoforte sotto la guida della Prof.ssa Anna Maria Menicatti. Successivamente si è perfezionato con pianisti di chiara fama internazionale , tra i quali in particolare Kostantin Bogino e Humberto Quagliata. Vincitore di concorsi nazionali e internazionali ha intrapreso una brillante carriera concertistica e si è esibito in prestigiose sedi (…Carnegie Hall di New York , Auditorium Rai di Roma, Auditorium Nazionale di Madrid…) e per conto di importanti enti e associazioni concertistiche ed è stato invitato a partecipare ad importanti Festival di musica da camera italiani ed esteri (Bruxelles, Salisburgo, Amsterdam, Girona, Kotor, Berlino, Dresda, Tel Aviv, Little Rock, Tenerife, Las Palmas…). Oltre al repertorio solistico si dedica all’attività cameristica in varie formazioni e forma duo pianistico con Maria Grazia Petrali. Si esibisce inoltre in veste di solista con orchestra. Docente molto apprezzato è titolare della cattedra di pianoforte presso il Conservatorio “Gioacchino Rossini” di Pesaro.

♪ Francesco FERRARINI, violoncello
Nato a Verona, ha compiuto gli studi al Conservatorio di Rovigo, nella classe del M° Simoncini dove si è diplomato con 10 e Lode. Si è perfezionato con il M° Franco Rossi, di cui Ferrarini è considerato tra i migliori allievi. Sin dalla giovane età è risultato vincitore di concorsi quali: Perosi di Biella, Zamboni di Cesena, Nuovi Talenti Cittadella (Pd), Concorso Internazionale di musica da camera di Caltanissetta, Premio Quadrivio di Rovigo ed altri. In qualità di primo violoncello e solista, ha collaborato con importanti formazioni tra le quali, I Virtuosi Italiani, I Solisti Veneti, I Solisti Filarmonici Italiani, Filarmonica della Fenice, I Solisti del Teatro Regio di Parma, Nextime Ensemble, I Filarmonici di Verona, , L’Arte dell’Arco, Parma Opera Ensemble Interpreti Italiani……. esibendosi nei più importanti teatri italiani ed esteri, al suo attivo più di duemila concerti tenuti in Italia ed all’estero. Dal 2000 al 2008 è stato Primo Violoncello nell’Orchestra del Teatro Regio di Parma, collaborando negli anni sempre nel ruolo di primo violoncello con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino, il Teatro di San Carlo Napoli ed il Teatro Comunale di Bologna, Orchestra Filarmonica Rossini di Pesaro, inoltre dal 2011 al 2015 è stato Primo Violoncello con Orchestra del Teatro La Fenice di Venezia. Svolge un’intensa attività di musica da camera suonando con musicisti quali: Jorg Demus, Boris Belkin, Mario Brunello, Pietro De Maria, Francesca Dego, Bruno Canino, Pavel Vernikov Danilo Rossi. Ha suonato sotto la guida di direttori quali: M.W.Chung, Y. Temirkanov, R. Muti, R.F. de Burgos D. Kitajenko. Numerose sono le registrazioni discografiche per BMG -Ricordi, EMI; Tactus,Chandos, LaBottega Discantica Dynamic, Nuova Era e registrazioni per la Rai e la radio della Svizzera Italiana. E’ docente di violoncello presso Il Conservatorio Statale di Musica di Trapani “A.Scontrino”Suona su un violoncello del 1700 della scuola italiana.

♪ Myriam DAL DON, violino
Myriam Dal Don è nata a Belluno dove ha studiato con G. O. Fiori. Diplomata a 17 anni con M. Spirk con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio di Trento, ha successivamente ottenuto il ”Premier Prix de Virtuositè avec distinction” sotto la guida di C. Romano al Conservatorio Superiore di Ginevra suonando in quell’occasione il Concerto di Mendelssohn con l’Orchestre de la Suisse Romande trasmesso dalla Radio svizzera Francese. Allieva in seguito di S. Accardo e N. Beilina, si è imposta all’attenzione del pubblico giovanissima con la vittoria al Concorso Biennale di Vittorio Veneto che le è valso il debutto con l’Orchestra della Rai di Torino diretta da S. Accardo. In seguito all’affermazione in importanti Concorsi Internazionali (“Romanini “di Brescia ,”Philips” di Milano,”Lipizer” di Gorizia,”Curci” di Napoli e “M. Abbado”di Sondrio), ha iniziato un’intensa attività solistica, anche come Primo violino solista de “I Solisti Veneti”, suonando nelle più prestigiose sale del mondo (Sala Verdi di Milano, Accademia di Santa Cecilia, Alice Tully Hall e Carnegie Hall di New York, Salle Gaveau di Parigi, Teatro Colon di Buenos Aires, Bunka Kaikan di Tokyo,Victoria Hall di Ginevra e molte altre) e cameristica, collaborando con artisti quali Giuranna, Petracchi, Sirbu, Meunier, Canino ed altri. La sua esecuzione del Concerto n.8 di Spohr, al Festival delle Settimane Musicali di Stresa, è stata commentata su “Le Figaro” come “..la rivelazione di un immenso talento. M. Dal Don è abbagliante di precisione, agilità e purezza di stile..ammirabile..”.Ha inciso per la Stradivarius il Concerto di Maderna e Widmung con l’Orchestra Verdi di Milano, ottenendo eccellenti critiche su “Le Monde de la Musique” e per la Denon le Variazioni sul “Mosè” di Paganini. Quale vincitrice del Concorso Nazionale per titoli ed esami, insegna violino al Conservatorio di Matera. Recentemente si dedica con passione anche al repertorio per viola, dopo un diploma conseguito brillantemente nel 2004 al Conservatorio di Trento con lode e menzione speciale di merito.

♪ Enrico Maria BASSAN, clarinetto
Nato nel 1979, intraprende all’età di sei anni lo studio del clarinetto con il padre. Sucessivamente viene ammesso alla cattedra del M° Peruzzi presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova dove si diploma nel 1999 sotto la guida del M° Ivano Fenzi con il massimo dei voti e la lode. Nel 1996 e 1997 riceve due borse di studio quale miglior allievo del Conservatorio e risulta vincitore di numerosi concorsi nazionali e internazionali: I° premio al Concorso Nazionale di Clarinetto di Camerota (Salerno), I° premio al Concorso Internazionale Rovere d’Oro (Imperia), I° premio al concorso Cà Bianca Classic (Milano), II° premio al Concorso Internazionale “Trofeo Kaway” di Tortona (Alessandria), I° premio speciale al Concorso Internazionale per clarinetto “Silvio Omizzolo” città di Venezia. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento con Maestri di fama internazionale tra i quali il M° Philippe Cuper, I° clarinetto dell’Opera di Parigi , Vincenzo Mariozzi, già primo clarinetto dell’orchestra di Santa Cecilia a Roma . Ha collaborato nell’anno 1999/2000 come I° clarinetto con l’Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia e nel 2001/2002, sempre come I° clarinetto, con l’Orcherstra Philarmonie der Nationen diretta dal M° Justus Frantz con il quale si è esibito in quasi tutte le sale e teatri della Germania( Teatro Bayerische Rundfunk di Monaco, Teatro Berliner Philarmoniker di Berlino,Teatro di Colonia, Opera di Berlino). Collabora dal 1998 con “I Solisti Veneti” diretti dal M° Claudio Scimone, con il quale ha effettuato numerose tournee in tutto il mondo, esibendosi in veste di Solista nelle più prestigiose sale da concerto: Sala Verdi e Teatro dal Verme di Milano, Sala Sinopoli di Roma, Teatro Donizzetti di Bergamo, Teatro La Fenice di Venezia, Suntory Hall di Tokio, Musikferein di Vienna, Symphony Hall di Shangai e Pechino, Symphony Hall di Seoul e Sydney, Teatro dell’Opera di Damasco, Festival Internazionale El Jem (Tunisia), Teatro di Barcellona,teatro di Madrid, (e nelle più importanti sale da concerto e teatri di India, Cina, Giappone, Korea, Svizzera, Spagna, Germania, Austria, Libia, Thailandia, Etiopia ecc.). Svolge intensa attività concertistica in veste di solista e in varie formazioni da camera. Nel 1998 ha inciso per la casa discografica Velut Luna il “Gran Quintetto” di C. M. Weber con il Quartetto Veneto e nel 1999 ha inciso un inedito per pianoforte, clarinetto e mandolino con i Maestri U. Orlandi e M. Mazzonetto, oltre ad aver preso parte alle registrazioni de “I Solisti Veneti” in musiche di Sphor, Vivaldi, Rossini. Varie le partecipazioni a Rassegne musicali in tutta Italia e all’estero come solista con orchestra e in duo con pianoforte con il M° Valter Favero, con il quale collabora dal 1999, riscuotendo unanimi consensi daarte del pubblico e della critica.