V edizione 2022

INGRESSO RESPONSABILE

PER PRENOTARE I POSTI A SEDERE
inviare una e. mail a:malipieroasolo@gmail.com oppure un sms a 3394721228 scrivendo il vostro nome e cognome, data del concerto e numero dei posti da riservare. Tale richiesta, per essere valida, dovrà essere confermata dalla Segreteria di Cavaso Classica. I posti riservati non sono nominali e pertanto coloro che hanno riservato potranno prendere posto dove meglio desiderano. I posti riservati rimarranno tali fino alle ore 20:50

MUNICIPIO Via S. Pio X 4 Caniezza di Cavaso del Tomba TV

SABATO 5 MARZO 2022, ore 21:00
MUNICIPIO – Sala Consiliare

“Per la Festa della Donna”
IDA MARIA TURRI, mezzosoprano
STEFANO ROMANI, pianoforte

G. ROSSINI (1792-1868)
Cruda sorte – L’italiana in Algeri
“Rien”

F. SCHUBERT (1797-1828)
Heidenröslein – Op. 3 No. 3 D. 257 –
Rastlose Liebe – Op. 5 No.1 D. 138

F. B. MENDELSSOHN (1809-1847)
Taranella – Romanzo senza parole Op. 102 No. 3
La fileuse – Romanzo senza parole Op. 67 No. 4

A. PONCHIELLI (1834-1886)

Voce di donna – La Gioconda

F. CHOPIN (1810-1849)
Mazurka in Fa minore Op. 68 No. 4

G. BIZET (1838-1875)
Habanera – Carmen

SABATO 12 MARZO 2022, ore 21:00
MUNICIPIO Sala Consiliare


SILVESTRO FAVERO, viola
VALTER FAVERO, pianoforte

R. SCHUMANN (1810 – 1856)
Adagio e Allegro in la bemolle magg. per viola e pianoforte, op. 70
Adagio. Langsam, mit innigem Ausdruck
Allegro. Rasch und feurig. Etwas ruhigert. Tempo I

Märchenbilder, op. 113
Nicht schnell
Lebhaft
Rasch
Langsam, mit melancholischem Ausdruck

C. FRANCK (1822 – 1890)
Sonata in la maggiore per viola e pianoforte
Allegretto ben moderato
Allegro
Recitativo-Fantasia: Ben moderato. Largamente con fantasia
Allegretto poco mosso

SABATO 19 MARZO 2022, ore 21:00
MUNICIPIO Sala Consiliare

 

AKEDON QUARTET
CARLO LAZARI, violino
SILVESTRO FAVERO, viola
GIUSEPPE BARUTTI, violoncello
VALTER FAVERO, pianoforte

W.A. MOZART (1756 – 1791)
Quartetto per pianoforte n. 2 in Mib magg. KV 493
Allegro
Larghetto
Allegretto

R. SCHUMANN (1810 – 1856)
Quartetto per pianoforte in mi bemolle magg. op. 47
Sostenuto assai – Allegro
Scherzo. Molto vivace Trio I et II
Andante cantabile
Finale – Vivace

SABATO 5 NOVEMBRE 2022, ore 21:00
MUNICIPIO Sala Consiliare

FRANCESCO COMISSO, violino
VALTER FAVERO, violino
Programma da definire

SABATO 19 NOVEMBRE 2022, ORE 21:00
MUNICIPIO Sala Consiliare

CARLO LAZARI, violino
VALTER FAVERO, pianoforte
(Integrali di Schubert per violino e pianoforte – secondo concerto)
F. SCHUBERT (1797 – 1828)
Sonata n. 4 in la maggiore per violino e pianoforte, op. 162, D. 574
Allegro moderato
Scherzo. Presto. Trio
Andantino
Allegro vivace
Fantasia in do maggiore per violino e pianoforte, op. 159, D. 93
sul lied “Sei mir gegrüsst, D 741
Andante molto
Allegretto. Andantino
Allegro vivace. Allegretto
Presto

SABATO 10 DICEMBRE 2022, ORE 21:00
MUNICIPIO

MARCO SCHIAVO – SERGIO MARCHEGIANI
PIANOFORTE A 4 MANI
Programma da definire

SABATO 17 DICEMBRE 2022, ORE 21:00
MUNICIPIO Sala Consiliare

TRIO DI ASOLO
CARLO LAZARI, violino
GIUSEPPE BARUTTI, violoncello
VALTER FAVERO, pianoforte

P. I. TCHAIKOVSKY (1840 – 1893)
Trio con pianoforte in la minore, op. 5

                                           Pezzo elegiaco (Moderato assai. Allegro giusto)
Tema con variazioni
Tema (Andante con moto)
Variazione I (L’ìstesso tempo)
Variazione II (Più mosso)
Variazione III (Allegro moderato)
Variazione IV (L’istesso tempo)
Variazione V (L’istesso tempo)
Variazione VI (Tempo di Valse)
Variazione VII (Allegro moderato)
Variazione VIII (Fuga: Allegro moderato)
Variazione IX (Andante flebile, ma non tanto)
Variazione X (Tempo di Mazurka)
Variazione XI (Moderato)
Variazione finale e coda (Allegro risoluto e con fuoco.
Andante con moto. Lugubre)

VALTER FAVERO, pianoforte
Ha conseguito il diploma in pianoforte presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto, sotto la guida del M° Massimo Somenzi, con il massimo dei voti e la lode, ottenendo un diploma di merito e borsa di studio. Allievo del violoncellista Mario Brunello per la musica da camera, ha frequentato i Master Classes condotti dai pianisti Lev Vlasenko, Michail Voskresensky e Anatolj Vedernikov, docenti presso il Conservatorio Superiore di Mosca. Ha studiato con il M° Pier Narciso Masi per il pianoforte e frequentato inoltre il corso di musica da camera istituito dall’Accademia Pianistica di Imola e tenuto dai pianisti Dario De Rosa e Mauren Jones. Determinante, per la sua formazione artistica, l’incontro con il grande pianista e didatta Aldo Ciccolini. Svolge attività concertistica sia come solista che in formazioni cameristiche, invitato da prestigiose Associazioni ed Enti concertistici in Italia, Spagna, Germania, Svizzera, Bulgaria, Lettonia, Canada, Australia, Repubblica Ceca, Slovenia, si è esibito in prestigiose sale da concerto quali la Town Hall di Sydney, “Chapelle Historique du Bon-Pasteur” di Montreal, Centrepoint di Ottawa, Casa della Cultura di Sofia, Hardotèneti Muzeum di Budapest, Wagner Zale di Riga, Monestier De Sant Pere a Camprodon in Spagna per il XXII Festival Isaac Albèniz, Biblioteca de Catalunya a Barcellona, Teatro Laz Rosas de Madrid, Französische Kirche di Potsdam, Rocca Sforzesca di Imola, Ateneo Veneto di Venezia, Teatro degli Industri di Grosseto, Palazzo Siotto di Cagliari, Teatro Alighieri di Ravenna, Sala dei Giganti di Palazzo Liviano di Padova, Teatro Kursaal di Bari, Teatro Bibiena di Mantova. Ha diretto e suonato, come solista, con numerose orchestre ed è attualmente direttore dell’Asolo Chamber Orchestra. Direttore dell’Istituto Musicale G.F. Malipiero di Asolo dal 1992, si occupa della direzione artistica del Festival Internazionale di Musica Classica “Malipieroconcerti”, di Cavaso Classica e Sant’Eulalia Festival. E’ docente presso il Conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Viene regolarmente invitato in Giurie di Concorsi Pianistici Nazionali e Internazionali.

CARLO LAZARI, violino
Veneziano classe 1962, inizia giovanissimo lo studio del violino con il violinista e tenore Emilio Cristinelli e conseguita la maturità scientifica si diploma in violino nel 1984 col massimo dei voti al Conservatorio di Venezia sotto la guida di Renato Zanettovich, continuando in seguito lo studio del repertorio violinistico all’Accademia Stauffer di Cremona con Salvatore Accardo ed alla Scuola di Musica di Fiesole con Stefan Gheorghiu; ha inoltre preso parte a masterclass tenuti da Franco Gulli ed Henryk Szering presso l’Accademia Chigiana di Siena e Nathan Milstein al Muraltengut di Zurigo. Premiato dalle giurie di molte rassegne violinistiche nazionali ha ottenuto il 2° premio (1°non assegnato) al IX° Concorso Internazionale di violino “A.Curci” di Napoli. Suona stabilmente dal 1981 con l’”Ex Novo Ensemble” di Venezia prendendo parte in tutte le numerose tournée ed incisioni discografiche per Dynamic, Ricordi, Stradivarius, AS Disc e Giulia Records, con programmi monografici di C.Ambrosini, L.Berio, F.Busoni, E. Casale, M.Dall’Ongaro, G.Donizetti, B.Maderna, G.F.Malipiero, G.Rossini, A.Schoenberg, F.Schubert, G.Sgambati, C.Togni, E.Wolf-Ferrari, nonchè opere di A.Casella, I.Pizzetti e N.Rota. E’ primo violino del quartetto d’archi “Ex Novo”. Sul versante filologico, come violinista barocco collabora coll’ ensemble “L’Arte dell’Arco”. E’ membro del complesso “I Solisti Filarmonici Italiani” con il quale incide per “Denon” ed effettua tourneé in tutto il mondo. Suona un violino costruito a Mirecourt da Didier Nicolas nei primi anni dell’800, ed è docente di violino presso il Conservatorio di Musica “A.Buzzolla” di Adria.

IDA –MARIA TURRI, mezzosoprano
È nata a Carlisle in Inghilterra da genitori Italiani. Ha studiato canto con Isobel Wybergh poi al Royal Northern College of Music a Manchester con Caroline Crawshaw, al National Opera Studio di Londra ed in seguito con Ludmilla Andrew e Katia Ricciarelli. Tra i vari premi è stata scelta personalmente da Dame Eva Turner (Turandot preferita di Arturo Toscanini) per il “Dame Eva Turner Friends of the Royal Opera House Covent Garden bursary”. Ha avuto anche l’onore di essere scelta per il primo masterclass in assoluto del grandissimo soprano Australiano, Dame Joan Sutherland ed il suo marito il direttore d’orchestra, Richard Bonynge inoltre ad aver partecipato a numerosi masterclass con altri volti noti del mondo della lirica (Alexander Young – il Tom Rakewell di Stravinsky nel Rake’s Progress, Renata Scotto, Dame Janet Baker, Luigi Alva, Dame Joan Hammond…) alcuni dei quali sono stati trasmessi da Granada Television. Ancora studentessa, all’età di 24 anni debutta con Opera North, (uno delle cinque principali compagnie liriche della G.B.) diretta da Stephen Barlow con la regia del noto regista del Teatro nazionale di prosa della Gran Bretagna (National Theatre) Peter Gill, ed ha poi continuato a cantare ruoli principali con le altre maggiori compagnie liriche inglesi ed all’estero diretta da Giuseppe Sinopoli, Marcello Viotti, Pier Giorgio Morandi, Giuliano Carella, Fabrizio Maria Carminati, Sir Charles Groves, Rudolf Barshai, Miltiades Caridis, Ivor Bolton, Stephen Barlow, Carl Davis, Diego Masson, Eric Eirikssen, Ole Schmit, Jonathan Webb…. in regie di, Pier Luigi Pizzi, Aldo Tarabella, Simon Callow, Gino Zampieri, Lyndsay Kemp, Mauro Avogrado, Peter Gill, Pier Audi, Georghe Iancu… a fianco a nomi della lirica, teatro e tv quali, Agnes Baltsa, Mario Malagnini, Rosalind Plowright, Katia Ricciarelli, Francesca Patané, Simon Keenlyside, Marcello Giordani, Piero Giugliacci, Dennis O,Neill, Thomas Allen, Benjamin Luxon, Brian Kaye, Graham Johnson, Sir Harry Secombe, Sheila Hancock, Romano Battaglia, Eros Pagni, Athina Cenci, Carlo Monni.… La sua vita artistica l’ha portata in sale e teatri in tutto il mondo, tra queste il Wigmore Hall e Queen Elisabeth Hall a Londra, lo Sferisterio di Macerata, Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena, per la Fondazione Arena di Verona, l’Accademia Chigiana di Siena, Tivoli Concert Hall –Copenhagen, il Suntory Hall Tokyo… Intensa è stata la collaborazione come solista con orchestre quali la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, Scottish Chamber Orchestra, BBC Scottish Symphony Orchestra, Northern Sinfonia, Manchester Camerata, Danish Radio Symphony Orchestra, Tivoli Orchestra di Copenhagen ed il Tokyo Philharmonic Orchestra. E’ stata scelta come protagonista di una serata di gala al Banqueting House, Whitehall a Londra dedicata al grande Freddy Mercury e promosso dal suo segretario Peter Freestone in congiunzione con ECHO (European Chamber Opera) con il patrocino ed in presenza del soprano, Montserrat Caballé. Ha cantato per Filippo, Duca di Edinburgo e la Principessa Margaret (Marito e sorella della Regina d’Inghliterra) inoltre ad aver fatto concerti per Betty Boothroyd (Prima donna ad avere l’incarico di Presidente della camera Britannica), Sir Edward Heath e John Major (ex Primo Ministri della G.B.) e (l’anno scorso) per Horst Köhler Presidente Emerito della Repubblica Federal Tedesca. E’ stata invitata con il marito Stefano Romani a cantare per un Osservatorio Parlamentare a Roma dove il tema era il ruolo della donna nei problemi del Medio Oriente. Da aggiungere la sua attività radiofonica e televisiva:nel 1997 porta la bandiera italiana cantando l’Inno di Mameli alla partita Italia v Inghilterra allo Stadio di Wembley a Londra nelle qualifiche per i mondiali di calcio trasmesso in mondo visione – uno dei pochi cantanti lirici della quale si è scritto un articolo sulle pagine di “Tutto Sport”!!! – Italia vinse 1- 0! Ha registrato un recital dal vivo per la serie, BBC Music Live, con, al pianoforte, Stefano Romani ed altri due concerti per BBC Radio 3. Ha al suo attivo la partecipazione in qualità di cantante lirica in trasmissioni televisive inglesi di canali nazionali quali BBC 1, Granada TV, Channel 4 ed ha registrato “Il tramonto” di Respighi per la casa discografica Foné oltre ad essere coinvolta in diversi CD di compilation lirici per “Country House Opera”. – È conosciuta soprattutto per la sua versatilità musicale, vocale e scenica passando dal repertorio lirico alla musica Sacra, dal barocco alla musica contemporanea, al jazz, alla liederistica Tedesca, Inglese e Francese repertorio al quale è particolarmente affezionata. Da quindici anni è direttore artistico con Stefano Romani della rassegna concertistica “Giovedì a teatro” a Malcesine sul Lago di Garda. A Giugno 2014 all’interno del Premio Giulietta di Verona e dal balcone di Giulietta, le è stato consegnato il Premio speciale Maria Callas con Maria Giovanna Elmi.

STEFANO ROMANI, pianoforte
Si diploma a Riva del Garda ed in seguito con 110 e lode si laurea presso l’Istituto Musicale Boccherini di Lucca Ha svolto insegnamento presso l’Istituto provinciale in lingua italiana di Bolzano ( pianoforte, accompagnatore al pianoforte nelle cattedre di canto, violoncello  e di musica corale). E’ stato premiato in 11 concorsi musicali in qualità di pianista solista e camerista. A seguito del superamento del concorso per esami e titoli di stato insegna da 13 anni , in ruolo,   Pianoforte complementare presso il Conservatorio “Nino Rota” di Monopoli, il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze ed attualmente presso il Conservatorio “F. Bonporti” di Trento. L’attività concertistica si svolge in qualità di solista ed in varie formazione, soprattutto in duo voce e pianoforte in Italia ed all’estero per istituzioni ed associazioni quali “Fondazione Piccinni” di Bari, Associazione “Torinoclassica”, Fondazione Arena, Associazione “Mozart” di Rovereto, l’Università di Messina, Università di Ferrara, Fondazione Cariverona, Associazione “F. Chopin” di Roma, Associazione “Mikrokosmos” di Ravenna, in sale quali il Teatro Verdi di S. Severo, ridotto del Teatro Alighieri di Ravenna, Sala Mozart di Bologna, Circolo della stampa di Torino , Palazzo Ducale a Venezia per il Circolo degli Artisti, Teatro dei Differenti di Barga, Auditorium “San Micheletto” per l’Associazione Musicale Lucchese, Salle Cortot di Parigi, Centro Culturale della Mercedes Benz ad Esslingen – Stoccarda ( Germania), Theatre by the Lake a Kesswick (Lake District- Gran Bretagna) , Cattedrale di Carlisle (Gran Bretagna ) per il  “Carlisle Summer International Festival of Music”. Ha collaborato in qualità di pianista con attori quali Nando Gazzolo, Athina Cenci , Eros Pagni. Ha in attivo oltre 20 anni di attività di organizzatore di eventi musicali e da 15 anni è direttore artistico della stagione musicale estiva “Giovedì a teatro” presso il Teatro al Castello Scaligero di Malcesine (VR). Ha inciso  un cd per la “Papageno” di arie d’opera e Lieder, e partecipato all’incisione delle Danze ungheresi di Brahms con Marcella Crudeli.

SILVESTRO FAVERO, viola
Ha conseguito il diploma in viola presso il Conservatorio di Musica “C. Pollini” di Padova sotto la guida del Maestri Fabrizio Scalabrin e Dino Asciolla con il quale ha studiato dal 1991. Nel 1994 e nel 1995 si è perfezionato presso l’Accademia W. Stauffer di Cremona sotto la guida del M° Bruno Giuranna ed ha partecipato ai corsi di perfezionamento tenuti dai Maestri  Fedor Drhzinin e Wolfram Christ. Nel 1997 si è ulteriormente perfezionato ottendendo il Master Degree a Sydney nel 1997 sotto la guida del M° Wolfram Christ, della Prof.sse Ester van Strallen e Susan Blake presso il Sydney Conservatorium.Si inoltre perdezionato con i M. Piero Farulli, Milan Skampa, Dario de Rosa e Alexander Lonquic e Pier Narciso Masi. Si aggiudica il I premio nel Concorso Nazionale Strumenti ad Arco “Città di Genova” nel 1990 e consegue il I premio – categoria Viola, nelle edizioni del Concorso Città di Vittorio del 1988  e nel  1994. Nel 1998 è stato scelto dal M° Claudio Abbado per ricoprire il ruolo di Prima Viola della Gustav Mahler Jungendorchester. Ha collaborato con artisti quali L. Spierer, M. Brunello, K.  Bogino, D. Bogdanovic, M. Palumbo, S. Mullai, S. Zumbrosky, Piero Toso, E.van Strallen, G. Carmiglnola, Pavel Vernikov, Dejan Bogdanovich,. In qualità di Prima Viola ha collaborato con le seguenti orchestre nazionali ed internazionali; Orchestra della Fondazione Gran Teatro La Fenice, Orchestra della Fondazione Arena di Verona, Gustav Mahler Jungendorchester, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Orchestra Sinfonica del Friuli Venezia Giulia, Orchestra Verdi di Milano, United Europe Chamber Orchestra, Orquestre Sinfonica della Galicia, Orchestra della Fondazione Teatro Comunale di Bologna. Dal 1998 collabora stabilmente con l’Orchestra “I Solisti Veneti” diretti dal M° Claudio Scimone.

GIUSEPPE BARUTTI, violoncello
Violoncellista veneziano tra i più talentuosi e raffinati interpreti italiani, si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia sotto la guida del M° Adriano Vendramelli. Ha svolto un’intensa attività cameristica a fianco di musicisti quali Salvatore Accardo, Bruno Giuranna, Dejan Bogdanovich, Kostantin Bogino, Pavel Vernikov, Bruno Canino, Roni Rogoff, Alain Meunier e Rocco Filippini, suonando nei festival più prestigiosi del mondo. Per il Gran Teatro “La Fenice” di Venezia ha inciso l’integrale della musica da camera di Johannes Brahms, riscuotendo un considerevole successo di pubblico e critica. Ha ricoperto inoltre il ruolo di Primo Violoncello nell’Orchestra Filarmonica della Scala di Milano e, a soli ventuno anni, nell’ Orchestra del Gran Teatro la Fenice di Venezia. Fondamentali nella sua formazione sono stati gli incontri e l’intimo rapporto artistico avuti in gioventù con il grande direttore Sergiu Celibidache e con il violoncellista del Quartetto Italiano Franco Rossi: il primo per l’approccio fenomenologico alla musica fondato sostanzialmente sull’importanza della struttura e il secondo per il culto del suono. Dal 2001 è, assieme a Gianantonio Viero, Primo Violoncello dell’orchestra da camera “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone. Con questa formazione ha suonato come solista nelle sale più prestigiose del mondo come il Wiener Muiskverein, la Philarmonie di Berlino, il Teatro alla Scala di Milano, la Salle Gaveau di Parigi, la Sala Simon Bolivar e il Teatro Teresa Carreno di Caracas, il Teatro Nazionale di Riga, il Teatro dell’Opera di Praga, la Tokio Suntory Hall, la Tokio Opera Hall, la Gulbekian Musichall di Lisbona, Center of Performing Tel Aviv, il JerusalemTheatre.

FRANCESCO COMISSO, violino
Diplomatosi presso il conservatorio di Venezia sotto la guida del Prof. Bonzagni in seguito ottiene con il massimo dei voti il titolo accademico di “Konzertdiplom” presso la Musikhochschüle di Amburgo nella classe del Prof. Röhn. Dal 2003 ricopre il ruolo di Concertino dei Primi Violini de “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone, suonando, anche in veste di solista nelle sale più prestigiose (Wiener Muiskverein, Teatro alla Scala, Salle Pleyel di Parigi, Tokio Suntory Hall, Tokio Opera Hall, la Philarmonie di Berlino, Gulbekian Musichall di Lisbona, Center of Performing Tel Aviv, National Theather di Pechino, Jerusalem Theater,, ecc..) e nei Festival più importanti del mondo. In campo orchestrale ha collaborato in qualità di Primo Violino di Spalla con l’Orchestra di Padova e del Veneto, la Filarmonia Veneta, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana ed in qualità di Concertino dei Primi e Spalla dei secondi con l’Orchestra del Teatro alla Fenice di Venezia e l’Orchestra dell’Arena di Verona. Ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Alla Scala di Milano, la Filarmonica della Scala e l’Orchestra Nazionale RAI di Torino suonando sotto la direzione di direttori quali Barenboim, Bichkov, Chung, Gatti, Chailly, Harding. Premiato in concorsi nazionali ed internazionali ha suonato, in contesti cameristici, a fianco di musicisti quali, Vernikov, Mendelssohn, Tchakerjan, Rossi, Masi, Brunello, Lucchesini. Il suo violino è un Don Nicola Amati del XVIII° secolo.